Entra nel vivo la discussione con la comunità di Ventotene (LT) sul progetto di recupero dell’ex carcere borbonico di Santo Stefano. Nel corso di un nuovo incontro voluto dalla commissaria del Governo, Silvia Costa, particolare attenzione è stata rivolta alla futura governance del progetto, al tema dei trasporti tra Formia e Ventotene, ai flussi turistici (ribadita la necessità di “destagionalizzare”), ma anche al progetto di rimboschimento dell'isola portato avanti dalla Lega Navale e ai lavori per l’approdo a Santo Stefano. Presenti all'incontro, tra gli altri, il sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro, l'economista Alessandro Leon, Giovanna Barni (Culturmedia Lega Coop) e Massimo Calzoni (Sistema Invitalia Startup e Servizi per l’Imprenditorialità). “Avremo presto, spero già la settimana prossima, l’avviso pubblico sui lavori di messa in sicurezza che riguardano la cittadella carceraria e anche i lavori di restauro conservativo”, ha annunciato la Costa. “Inoltre, nel corso della prossima seduta del tavolo istituzionale approveremo lo studio fattibilità, la base per quello che sarà il grande concorso internazionale di progettazione”.

GOVERNANCE

Il progetto, ha ricordato la commissaria, “non è nato per essere sulle spalle del Comune e basta, né per avere solo il Comune come governance”. Per quanto riguarda l’ente gestore del progetto, “prevediamo che entro la fine del 2022, quando molti lavori saranno avviati, andrà definito questo soggetto d’intesa con Governo, Regione, Comune e altri soggetti”. Quella sulla governance, ha aggiunto l’economista Alessandro Leon, “è una decisione ancora da prendere, va completato il quadro dei soggetti che saranno in grado di dare un contributo anche economico-finanziario. E’ molto importante nella strategia di questo progetto avere un ente gestore entro la fine del 2022, perché se così non fosse avremmo delle difficoltà; il soggetto gestore deve nascere prima che l’investimento sia concluso”. 

TRASPORTI, SOSTENIBILITA’ E RIMBOSCHIMENTO DI VENTOTENE

I rappresentanti della Lega Navale di Ventotene hanno dal canto loro posto l’attenzione sui trasporti verso l'isola e sulla necessità che il prossimo bando “venga dato con parametri che rispettino la sostenibilità”. Altro punto toccato è la riforestazione “mirata e naturale” dell’isola, “piantare alberi è molto importante per contrastare l’erosione, combattere il vento e mitigare il cambiamento climatico in atto”, hanno evidenziato i rappresentanti della Lega Navale. Per quanto riguarda il tema dei trasporti, ha risposto la commissaria, “sosterrò la richiesta giustissima del Comune di utilizzare la nuova concessione per dotare di navi meno vetuste questa tratta. Chiaramente stiamo lavorando parallelamente anche per destagionalizzare i flussi”.

 

Articoli correlati