“Abbiamo l’obiettivo della stagione turistica 2021: il principale obiettivo è essere già quest’anno coinvolti efficacemente per far ripartire il prima possibile i flussi turistici”. Lo ha detto il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, in audizione presso le commissioni Attività produttive di Camera e Senato. “Il primo aspetto riguarda la sicurezza: esistono diversi protocolli che rendono già possibile oggi fare turismo in Italia anche durante la pandemia. Il secondo messaggio che dobbiamo dare è che le cose andranno per forza di cose migliorando, quindi usiamo questo periodo per migliorare i protocolli esistenti. Avremo un incontro a breve con i ministri Giovannini e Speranza per attivare i protocolli necessari per la mobilità sicura nel paese. Dobbiamo andare verso un turismo che riapre e non chiude più”.

Per Garavaglia “è essenziale rafforzare la promozione del brand Italia. Negli anni, anche prima del Covid, abbiamo avuto una perdita di quote di mercato del sistema Italia. Non basta più dire che l’Italia è il paese più bello del mondo, bisogna anche far sì che poi tutti vengano in Italia. Bisogna spingere molto sulla promozione del brand Italia”. Aprendo l’audizione, Garavaglia ha ricordato che “si tratta di un ministero nuovo, che era stato soppresso tanti anni fa, quindi il punto essenziale per un ministero nuovo è essere operativi. La buona notizia è che il ministero è già operativo: cosa non scontata ma importante. Abbiamo ritenuto opportuno usare le prime settimane di attività per una serie di incontri per avere un quadro generale della situazione. E’ stato particolarmente utile perché ci ha consentito di avere un quadro non solo sulle difficoltà note ma anche sulle prospettive”.

Per quanto riguarda il Bonus vacanze “i dati dicono che dei 2,4 miliardi destinati alla misura a oggi ne sono stati sospesi 830 milioni. Vedremo che effetto avrà la misura quest’anno, il nostro obiettivo è che queste risorse rimangano al settore”.

 

Articoli correlati