Modificato il regolamento interministeriale del Ministero della Cultura e del Ministero dell'Economia che disciplina le modalità di accesso al Bonus cultura 18app per i ragazzi che diventano maggiorenni. L’intervento in vigore dall'1 aprile dispone le regole per l'estensione della misura anche ai nati nel 2002 come aveva già stabilito la Legge di Bilancio 2020 stanziando per la copertura 160 milioni di euro. Il Decreto Rilancio di luglio scorso ha successivamente portato la dotazione economica da 160 a 190 milioni di euro. A questa cifra vanno poi aggiunti ulteriori 30 milioni frutto di risparmi degli anni precedenti, per un totale, quindi, di 220 milioni. 

Con il nuovo regolamento, il Governo conferma inoltre il valore di 500 euro della carta che sarà utilizzabile entro il 28 febbraio 2022. Sogei comunicherà mensilmente l'avanzamento della spesa per dare modo al MiC di intervenire tempestivamente nel caso le risorse dovessero esaurirsi senza aver soddisfatto tutte le richieste (ipotesi che non si è mai verificata nelle edizioni precedenti che tuttavia, va detto, avevano una dotazione finanziaria maggiore).

I diciottenni del 2020 hanno ora tempo fino al 31 agosto di quest’anno per registrarsi alla piattaforma www.18app.it e richiedere la carta elettronica per acquistare biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo, libri, musica registrata, prodotti dell'editoria audiovisiva, titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche e parchi naturali nonché per sostenere i costi relativi a corsi di musica, di teatro o di lingua straniera con la novità, per il 2020, di poter sottoscrivere abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale. 

GLI “ALTRI” DICIOTTENNI

Si è conclusa il 31 agosto la procedura per la registrazione alla 18App per i nati nel 2001: ne hanno usufruito 390mila ragazzi. Per i nati nel 2000 le iscrizioni erano state 430mila, con una spesa complessiva a fine 2019 di circa 200 mln. Per i nati nel 2001 il Governo ha stanziato 240 milioni di euro (Conte I con Lega e Movimento 5 Stelle), 50 in meno delle edizioni precedenti, ma – calcolatrice alla mano – più che sufficienti per coprire l’attuale fabbisogno “potenziale” di 195 mln: resteranno così nelle casse del Governo almeno 45 mln di euro, in parte già utilizzati per coprire il fabbisogno 2020. La Manovra 2021 ha poi autorizzato la spesa di 150 milioni di euro per il 2021 per l'assegnazione della 18app anche ai giovani che compiono 18 anni nel 2021 (articolo 96, co. 3) e, al contempo, ha disposto che i giovani che compiono 18 anni nel 2020 e nel 2021 possono utilizzare la medesima Card anche per l'acquisto di abbonamenti a periodici (comma 576), indicazione recepita all’interno del nuovo regolamento.

COME FUNZIONA LA 18APP

Il bonus cultura è una iniziativa a cura del Ministero della Cultura e della Presidenza del Consiglio dei Ministri dedicata a promuovere la cultura. Il programma permetterà ai nati nel 2002 di ottenere 500 euro da spendere in cinema, musica, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera, abbonamenti a quotidiani e prodotti audiovisivi. La 18App è un’applicazione web che permette ai ragazzi di registrarsi e di ottenere i 500 euro da spendere in buoni per cinema, musica e concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera. Sempre sul sito della 18App sono consultabili gli esercizi fisici e online dove spendere i buoni cultura.

 

Articoli correlati