A distanza di 40 anni dal drammatico terremoto del 1980, la chiesa di Santa Maria Assunta a Pescopagano (Potenza) “sembra essere stata completamente dimenticata dalle autorità, compreso il Ministero competente, e la comunità di Pescopagano è stata espropriata non solo di un bene culturale di grande valore ma anche del simbolo stesso dell’identità collettiva e della dignità del suo passato”....

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati