Nasce LIVE Culture, la nuova piattaforma di CoopCulture che offre la possibilità di continuare a visitare musei e luoghi della cultura anche a distanza, estendendo l’esperienza di visita nel tempo e nello spazio. Una novità su tutte: non è un tour registrato ma un percorso in diretta accompagnato da archeologi o storici dell’arte che interagiscono con l’utenza e con il contesto reale e virtuale in cui si svolge la visita. Non solo, ma è possibile anche la contestuale ri-connessione tra luoghi fisicamente distanti nello spazio ma vicini tematicamente o storicamente.

"Fin dal primo lockdown, mentre tutto si fermava, noi abbiamo caparbiamente deciso di resistere facendo al meglio quello che sappiamo fare: progettare guardando al futuro. La piattaforma è il risultato di mesi di ibridazione creativa tra gli operatori didattici e gli sviluppatori digitali, una modalità di team working che caratterizza ormai da diversi anni l’evoluzione di CoopCulture per migliorare accessibilità e fruibilità del patrimonio, combinando competenze umanistiche e nuove tecnologie, grazie alle agevolazioni di Industria 4.0", spiega CoopCulture in una nota.

LIVE - Live Interactive Virtual Experience è l’ultimo risultato: ideato e realizzato da CoopCulture in collaborazione con Twiceout, coniuga la decennale esperienza nella didattica museale e la stretta relazione con il mondo della scuola, la profonda conoscenza dei pubblici e delle loro esigenze di CoopCulture, con le migliori tecnologie disponibili e il know-how in campo tecnologico, produttivo e creativo di Twiceout, start up ad alto contenuto innovativo: virtual tour ad altissima risoluzione con fotosferiche a 360°, videovisite full hd, game arricchiti da contenuti culturali sviluppati da operatori didattici, il tutto realizzato di concerto con le diverse istituzioni culturali coinvolte.

La piattaforma è dedicata innanzitutto agli studenti di ogni ordine e grado. Sono loro che da oltre un anno hanno dovuto rinunciare alle uscite didattiche e ai viaggi di istruzione, perdendo quel rapporto indispensabile nello studio con l’esplorazione e la conoscenza del proprio territorio ma anche con la scoperta delle testimonianze più lontane. Ma, non essendo preconfezionato, il tour è accessibile e perfetto anche per i turisti per i quali l’esperienza digitale, in questo momento di restrizioni a viaggi e spostamenti, è un modo per mantenere viva la percezione della bellezza del nostro patrimonio culturale. Con la speranza comunque che si ritorni a visitare, LIVE Culture potrà continuare, in entrambi i casi, a rappresentare un modo per far vivere una “pre-esperienza” che accresca la motivazione alla visita dal vivo oppure arricchisca l’esperienza già vissuta con contenuti di approfondimento.

Da oggi è possibile visitare il Colosseo con l’arena e i sotterranei, le case degli Imperatori sul Palatino, il Museo Archeologico di Napoli e gli Scavi di Pompei, la Venaria Reale, i Musei Reali di Torino. E presto si aggiungeranno tanti altri meravigliosi luoghi.

 

Articoli correlati