La Commissione europea “sta assicurando che siano disponibili soluzioni a livello di Unione europea per i settori culturali e creativi”, tra i “più gravemente colpiti dalla pandemia” e che sono “fondamentali per il benessere fisico e mentale delle persone”. Così Mariya Gabriel, Commissaria europea per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e la gioventù, rispondendo a un’interrogazione degli europarlamentari Ibán García Del Blanco, Marcos Ros Sempere e Domènec Ruiz Devesa (S&D). Nell’interrogazione gli eurodeputati spagnoli ricordano che il governo di Madrid ha lanciato la campagna “La cultura es segura”(La cultura è sicura) e sottolineano che “l'esperienza spagnola dimostra che i teatri e i luoghi non sono al centro del contagio, purché rispettino i protocolli in vigore”. La Commissione europea “accoglie con favore l'iniziativa del governo spagnolo a sostegno della cultura”, prosegue Gabriel sottolineando che i settori culturali e creativi saranno “al centro della ripresa complessiva delle società europee, del rilancio della coesione sociale e del rilancio dell'innovazione centrata sulle persone”.

La Commissaria europea fa poi l’esempio del nuovo Bauhaus europeo che “intende creare uno spazio di riflessione e sperimentazione, un hub per reti globali che coinvolga architetti, artisti, ingegneri e società civile”. C’è poi il “programma rafforzato Europa Creativa 2021-2027 che fornirà un sostegno mirato per aiutare il comparto, per lo più micro o piccole organizzazioni, a raggiungere il proprio potenziale economico, contribuendo alla crescita sostenibile, all'occupazione e alla coesione sociale”, afferma Gabriel. La Commissaria europea per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e la gioventù ricorda infine che sono disponibili “una serie di strumenti orizzontali, come il pacchetto di assistenza alla ripresa per la coesione e i territori d'Europa (REACT-EU). La Commissione ha incoraggiato attivamente gli Stati membri a utilizzare questi strumenti per il settore culturale”.

 

Articoli correlati