“Arcus prima e Ales oggi hanno avuto dal ministero della Cultura l’incarico di promuovere la conoscenza e la diffusione dell’Art Bonus, cosa di cui siamo orgogliosi: lavoriamo per questo fine non solo attraverso la gestione e la realizzazione del sito internet – fondamentale elemento di trasparenza – ma anche attraverso un continuo lavoro di affiancamento sia verso i privati sia verso gli enti beneficiari in modo da poter trovare quel necessario linguaggio comune tra il mondo del pubblico e il mondo del privato. Il concorso Art Bonus si inserisce in pieno in questa strategia di comunicazione e a tutti i partecipanti vanno i nostri ringraziamenti per aver creduto in uno strumento che ormai si situa a livello delle migliori pratiche europee”. Lo ha detto il Presidente di Ales, Mario De Simoni, in un video messaggio in occasione della presentazione dei vincitori del Concorso “Progetto Art Bonus dell’Anno”, giunto quest’anno alla sua V edizione. Il Concorso Art Bonus è un’occasione per dare valore all’impegno di quanti, mecenati, enti locali e istituzioni culturali, si prendono cura del patrimonio culturale con progetti di recupero e valorizzazione. Il concorso vede la partecipazione di istituzioni pubbliche che ricevono finanziamenti da mecenati che possono godere di un importante strumento di agevolazione fiscale.

 

Articoli correlati