"L’Area Sacra come non l’avremo mai vista prima d’ora. Partirà tra poche settimane un lavoro imponente di musealizzazione che offerto e finanziato dal mecenatismo di Bvlgari, grande amico di Roma che lo dimostra costantemente con i suoi gesti d’amore nei confronti della città". Lo ha annunciato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, presentando i lavori che Bvlgari finanzierà per il recupero dell’area di Largo Argentina a Roma. Presenti all'iniziativa anche l'Amministratore Delegato di Bvlgari Jean-Christophe Babin, l’Assessora alla Crescita culturale Lorenza Fruci e la Sovrintendente Capitolina Maria Vittoria Marini Clarelli.

Il progetto di musealizzazione prevede delle passerelle attraverso cui si potrà camminare accanto alle vestigia del passato. I percorsi che saranno realizzati saranno completamente accessibili. Dal piano strada, con ascensori, sarà possibile scendere a livello del sito anche per le persone con disabilità o famiglie con passeggini. Ci sarà anche un’area museale coperta. Si tratta di “un lavoro molto importante intorno allo scavo che non si è mai fermato neanche in periodo Covid - ha spiegato Raggi presentando il progetto -. Tutto questo è stato fatto perché abbiamo trovato un'ottima sinergia tra pubblico e privato che ci consente di realizzare anche percorsi scenografici”.

“Stiamo valorizzando il nostro patrimonio artistico culturale perché fa parte di un’attività di recupero che non si deve fermare. Abbiamo da poco avviato i lavori nel Foro di Cesare ad esempio. Ogni giorno Roma ci svela qualche tesoro fino a quel momento sepolto. Questo è un valore aggiunto per i nostri cittadini che possono godere di ulteriori bellezze che la città offre e che in parte nasconde. Ma soprattutto perché ci stiamo preparando all’arrivo dei nuovi turisti. Quando il covid sarà passato, prepariamo già la nostra città per il futuro”.

Ma che fine farà l’oasi felina? E’ il timore di molti raccolto anche dalla sindaca “L’oasi felina non si tocca. Tutto questo percorso è stato fatto salvaguardando l’area. Abbiamo questi gatti che sono i più famosi di Roma e livello internazionale. I gatti saranno custodi silenziosi di queste vestigia”, ha concluso Raggi.

LORENZA FRUCI

Presente anche l’assessore alla Crescita culturale di Roma, Lorenza Fruci, che ha ricordato come si è visto già in occasione del “Mausoleo di Augusto quanto i cittadini amino la nostra città e apprezzino il fatto che stiamo restituendo loro dei luoghi della cultura. Stiamo dando un segno importante alla nostra cittadinanza”. Il progetto dell’Area Sacra rappresenta “un progetto contemporaneo e con l’accessibilità al 100% conferma il dna della nostra città: l’accoglienza. Ci ha sempre contraddistinto, dobbiamo continuare a farlo con le nostre politiche culturali e con i restauri. Questa sarà una delle opere che restituiremo molto prima del Giubileo e che sarà un’occasione di visita per il turismo internazionale”, ha concluso l’assessore.

 

Articoli correlati