Si apre venerdì 16 aprile, alla presenza della ministra della Cultura portoghese, Graça Fonseca, e dell’Ambasciatore d’Italia a Lisbona, Carlo Formosa, l’esposizione "Em Casa. Projetos para Habitação Contemporânea", organizzata dal Centro Cultural di Belém presso lo spazio Garagem Sul, in collaborazione con il MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, con il sostegno dell'Ambasciata d'Italia a Lisbona e dell'Istituto Italiano di Cultura di Lisbona. Concepita a partire dalla collezione del museo MAXXI Architettura di Roma che racconta l’evoluzione del concetto di abitare dal dopoguerra a oggi, la mostra parte dalla scala ridotta del rifugio per arrivare alla grande dimensione dell'abitazione collettiva, evidenziando esperienze complesse e ibride che testimoniano il nuovo rapporto tra individui e comunità.

La versione portoghese si basa sull’idea di aggiungere a ogni duetto individuato per la mostra al MAXXI con le opere di grandi maestri del Novecento, un progettista portoghese che lavora sugli stessi temi e sulle stesse scale. Considerando l’importanza dell’architettura portoghese recente nel campo dell’edilizia domestica e residenziale e i grandi maestri impegnati in questo campo (Siza, Souto de Moura, Mateus) l’edizione portoghese di At Home (Em Casa) si presenta come un evento di grande rilievo per la comunità architettonica internazionale. L’esposizione è visitabile dal 16 aprile al 5 settembre 2021 e prevede a latere un un ciclo di visite gratuite all'esposizione e alla città di Lisbona con personalità di diverse aree al fine di scoprire i paradigmi che l'esposizione mette in discussione da differenti punti di vista.

 

Articoli correlati