Inaugurato a Ventotene l’Infopoint “Isole di Ventotene e Santo Stefano”, che racconterà la storia del recupero dell’ex carcere di Santo Stefano e dell’offerta turistica e culturale di Ventotene, realizzato con le risorse del Piano di comunicazione su impulso della Commissaria di Governo, Silvia Costa. “Una piccola ma simbolica realizzazione che abbiamo fortemente voluto, che segue l’approccio che abbiamo scelto, ovvero quello del coinvolgimento di tutta la comunità. Abbiamo pensato di dare un segnale che si lavora tutti insieme, il Comune, la Pro loco e il Commissario. Oggi non viene solo inaugurata una piccola e bella realizzazione, ma dimostriamo lo spirito che c’è dietro”, ha spiegato la commissaria del Governo per il progetto Ventotene, recupero dell’ex carcere borbonico di Santo Stefano, Silvia Costa, intervenendo all’inaugurazione. 

Gestito dalla Pro loco, l’Infopoint accoglierà i visitatori italiani e internazionali al loro arrivo a Ventotene. Grazie a un allestimento appositamente creato, lo spazio caratterizzato dalla presenza di pannelli descrittivi in lingua italiana e inglese, di monitor per la proiezione di video e di contributi fotografici, collegato attraverso postazioni informatiche, aiuterà i visitatori a vivere la loro esperienza sulle due isole. Tra le finalità, c’è anche quella di incoraggiare i visitatori a programmare il loro ritorno, anche destagionalizzato, e a incoraggiare il trend del “Repeat Tourism", oggi indicato come obiettivo da perseguire dagli esperti di marketing territoriale. 

Presenti il Presidente della Provincia di Latina, Carlo Medici, il Sindaco di Ventotene, Gerardo Santomauro, Il Sindaco di Forio, Francesco Del Deo, il dott. Fabio Finazzer di Invitalia e la Responsabile della Proloco Rosa Maria Curcio. “Questo è un Comune speciale che ha queste due realtà importanti: penso che il nostro contributo non sia soltanto quello di preservare e tutelare un bene architettonico che purtroppo è stato nel degrado per oltre 50 anni, ma è anche quello di restituire una memoria e una dignità storiografica. Per questo stiamo lavorando non solo sul contenitore, ma anche sui contenuti e sul contesto, e il contesto si chiama comunità. Spero che le nuove generazioni possano avere il senso di speranza che si può ricominciare a pensare e a progettare in grande”, ha aggiunto Costa.

ORNELI

“L’inaugurazione dell’Infopoint rappresenta una tappa fondamentale nel percorso per il recupero dell’ex carcere di Santo Stefano che la Commissaria Silvia Costa sta portando avanti con la dedizione e la tenacia che tutti conosciamo. Un percorso che la Regione Lazio vuole sostenere ed accompagnare contribuendo a renderne partecipe tutta la comunità di Ventotene”. Lo ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Paolo Orneli, in un messaggio in occasione dell’inaugurazione dell’Infopoint.

INVITALIA

“Non ho mai visto un progetto così puntuale nella sua realizzazione, se non in anticipo, rispetto al cronoprogramma”. Così Fabio Finazzer (Invitalia) nel corso dell’inaugurazione. “Abbiamo scelto con il Commissario di dar conto di quello che si fa, gradualmente: oggi non stiamo solo inaugurando l’Infopoint, ma stiamo inaugurando un punto con il quale diamo conto di quello che stiamo facendo e di quello che abbiamo già fatto. Già prima dell’estate – ha aggiunto - contiamo di poter riaprire, seppur parzialmente, l’accesso all’isola per far vedere cosa si sta facendo”.

VENTOTENE

“Vediamo realizzarsi finalmente un sogno. L’Infopoint è un momento importante di tutto il progetto, un progetto che sarà caratterizzato dalla forte volontà di comunicazione: vogliamo che si sappia cosa si sta facendo e cosa si farà in futuro, la nostra speranza più grande è che ci sia la partecipazione della cittadinanza alle scelte che si stanno compiendo”. Così il sindaco di Ventotene (Lt), Gerardo Santomauro.

ANCIM

“Oggi è una giornata importante non solo per Ventotene ma anche per l’Italia e per tutte le isole minori, che sono ricchezza culturale, economica e sociale”, ha evidenziato il sindaco di Forio, e presidente dell’Ancim, Francesco Del Deo. “È necessario il riconoscimento delle isole minori, così come esistono le regioni a statuto speciale”, conclude Del Deo.

 

Articoli correlati