Il Castello che domina Oria (Brindisi) “non solo non è (più) di proprietà pubblica ma, per sperare di aprirlo alle visite guidate, da anni si cerca di venire a patti con il privato, accettando anche condizioni indecorose e illegittime”. Lo afferma Margherita Corrado (Misto-L’Alternativa c’è), membro della commissione Cultura del Senato, che sulla vicenda ha presentato un’interrogazione...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati