L’Unione europea “attribuisce grande importanza alla salvaguardia di tutte le forme di patrimonio culturale, compreso il patrimonio culturale immateriale” e “dispone di una serie di programmi di finanziamento” per sostenerlo. Lo afferma Mariya Gabriel, Commissaria europea per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e la gioventù, rispondendo a un’interrogazione dell’europarlamentare della Lega, Gianantonio Da Re, sugli interventi per la protezione e la promozione del patrimonio culturale immateriale e per la salvaguardia delle tradizioni locali. “Europa Creativa ed Erasmus+ sostengono specificamente progetti volti a salvaguardare le competenze nel campo del patrimonio culturale attraverso le generazioni - prosegue Gabriel -. I progetti recentemente avviati ‘Innovative and Creative Solutions for Cultural Heritage’ (INCREAS) e ‘Cultural Heritage Actions to Refine Training, Education and Roles’ (CHARTER) (Azioni per perfezionare la formazione, l'istruzione e i ruoli) puntano a sviluppare strategie in materia di competenze e soluzioni didattiche innovative in questo settore”. In merito al progetto Ue-Unesco “Engaging Youth for an Inclusive and Sustainable Europe”, la Commissaria europea spiega che “è stato caratterizzato da due componenti: la sensibilizzazione e l'apprendimento in merito al patrimonio culturale immateriale nelle scuole europee e il Forum europeo dei giovani professionisti del patrimonio culturale, che si è svolto da gennaio a maggio 2019. Tra i risultati si annoverano lo sviluppo di dieci progetti pilota e due seminari con la partecipazione di dieci gruppi scolastici. A fine aprile, nell'ambito del progetto, sarà pubblicato un kit di risorse per gli insegnanti”.

 

Articoli correlati