La “Torre di Chia” “è visitabile al pubblico su appuntamento ed è mantenuta in buone condizioni. La proprietà privata del bene, pertanto, così come avviene per moltissimi beni del patrimonio culturale, non ha pregiudicato la tutela e la valorizzazione di questo importante manufatto”. Così la sottosegretaria al MiC, Lucia Borgonzoni, ha risposto in commissione Cultura a un’interrogazione...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati