Foto Mann

“Conservazione e trasformazione del patrimonio culturale” è una delle dieci categorie della prima edizione dei premi lanciati oggi dalla Commissione Europea nel quadro del nuovo Bauhaus europeo, l’iniziativa ambientale, economica e culturale per contribuire alla realizzazione degli obiettivi del Green Deal. I progetti o le idee dovranno mettere al centro “sostenibilità, estetica e inclusione”, i tre pilastri dell’iniziativa e i premi verranno assegnati in dieci diverse categorie, che avranno a loro volta due sezioni parallele: i "Premi del nuovo Bauhaus europeo", per progetti completati esistenti; e "Gli astri nascenti del nuovo Bauhaus", la sezione dedicata a concetti o idee presentati da giovani talenti con meno di 30 anni. Per i vincitori della prima sezione (Premi del nuovo Bauhaus europeo) è previsto un premio in denaro di 30mila euro; per i vincitori della seconda sezione un premio di 15mila euro.

Le dieci categorie dei progetti ammissibili sono: “Tecniche, materiali e processi di costruzione e progettazione”, soluzioni per l’ambiente per contribuire a mitigare i cambiamenti climatici e a rendere gli spazi più accessibili e inclusivi; “Costruire in uno spirito di circolarità”, dedicato a luoghi/siti fisici che dimostrano il riutilizzo e il riciclo dei materiali; “Soluzioni per la co-evoluzione dell'ambiente costruito e della natura”, ovvero esempi che dimostrano come l'ambiente costruito possa contribuire alla protezione della natura e della biodiversità; “Spazi urbani e rurali risanati”, esempi emblematici di risanamento del territorio che coniugano sostenibilità, estetica e inclusione; “Prodotti e stile di vita”, per prodotti e processi che contribuiscono a uno stile di vita sostenibile che possono riguardare moda, arredamento o architettura d'interni, ma anche “prodotti alimentari o di altri elementi della nostra vita quotidiana”; “Conservazione e trasformazione del patrimonio culturale”, esempi riusciti di patrimonio culturale valorizzato in uno spirito di sostenibilità, estetica e inclusività; “Luoghi ripensati per incontrarsi e condividere”, esempi di come gli spazi possono essere utilizzati per scambi positivi e per la costruzione delle comunità; “Mobilitazione della cultura, delle arti e delle comunità”, per illustrare l'impatto delle arti sulla costruzione sostenibile delle comunità che possono tradursi in eventi, festival o spettacoli culturali; “Soluzioni abitative modulari, adattabili e mobili”, ovvero soluzioni innovative di alloggio che rispondono a esigenze temporanee di emergenza con standard elevati in materia di estetica e sostenibilità; e, infine, “Modelli educativi interdisciplinari”, modelli educativi che integrano i valori di sostenibilità, inclusione ed estetica nel contenuto dei programmi di studio e nel processo di apprendimento. 

Il processo di selezione dei progetti si articolerà in quattro fasi: esame delle domande e valutazione dell'ammissibilità; votazione pubblica online di tutti i progetti ammissibili; valutazione dei tre progetti più votati per categoria in ciascuna sezione da parte di una giuria composta dai partner del nuovo Bauhaus europeo (entro il 31 maggio 2021); e infine la commissione di valutazione stabilirà l'elenco dei vincitori selezionati. Possono candidarsi sia i cittadini dell'Ue che quelli di Paesi terzi purché il “concetto, l'idea e i progetti proposti siano effettivamente sviluppati e/o fisicamente localizzati nell'UE”. I giovani di età inferiore ai 30 anni al 31 maggio 2021 possono candidarsi in entrambe le sezioni: premi del nuovo Bauhaus europeo e astri nascenti del nuovo Bauhaus europeo; mentre i promotori di progetti di età superiore a 30 anni possono candidarsi solo per i premi del nuovo Bauhaus europeo.

 

Articoli correlati