Foto dal sito del Governo

“Per il rilancio della cultura e del turismo, due settori chiave per l’Italia anche perché hanno un significato identitario per noi, una prima linea d’azione riguarda interventi di valorizzazione di siti storici e culturali volti a migliorare la capacità attrattiva, la sicurezza e l’accessibilità dei luoghi. Si tratta di interventi dedicati non solo ai grandi attrattori ma anche alla tutela e alla valorizzazione dei siti minori. Si aggiungono misure per una riqualificazione ambientalmente sostenibile delle strutture e dei servizi turistici, che fanno leva anche sulle nuove tecnologie”. Lo ha detto il premier Mario Draghi intervenendo presso l’Aula della Camera in vista della trasmissione alla Commissione europea del Piano di ripresa e resilienza - Recovery plan. "Sono certo - ha concluso Draghi - che riusciremo ad attuare questo Piano. Sono certo che l’onestà, l’intelligenza, il gusto del futuro prevarranno sulla corruzione, la stupidità, gli interessi costituiti. Questa certezza non è sconsiderato ottimismo, ma fiducia negli Italiani, nel mio popolo, nella nostra capacità di lavorare insieme quando l’emergenza ci chiama alla solidarietà, alla responsabilità".

 

Articoli correlati