A Scanno, incantevole borgo dal celebre lago a forma di cuore nel Parco nazionale d'Abruzzo, si svolgerà dal 25 al 27 giugno 2021 "Ju Buk" (dal dialetto: la bisaccia del pastore transumante) rassegna letteraria di autrici che si sono distinte attraverso la loro scrittura per portare avanti quel cambiamento socioculturale che il mondo attende da tanto, troppo tempo. 

“La pandemia ha, se possibile, reso questo cambiamento ancora più urgente, accentuando  diseguaglianze e contraddizioni sociali, laddove le donne sono state le più colpite non solo dall' esposizione al contagio ma soprattutto dalla perdita di occupazione, dell’homeworking, dalla violenza con cui hanno dovuto fare i conti rimanendo chiuse in casa”, secondo le parole di Eleonora de Nardis, curatrice di Ju Buk. E aggiunge: “Oggi più che mai è chiaro che per la ricostruzione è necessario riscrivere nuove grammatiche di rapporti tra i generi, segnare il solco di una nuova stagione femminista e di un riscatto individuale che si faccia corale”.

De Nardis, romana ma con origini antichissime a Scanno, racconta ad AgCult la scelta di questa “enclave a parte del nostro Sud, segnato da un'antichissima cultura matriarcale celebrata dal costume tradizionale che le anziane ancora oggi indossano, quello per tutti i giorni e ancor più quello della festa, il cui copricapo ricorda una tiara regale, sostanzialmente un fez. Lo splendido borgo e le sue donne non a caso sono stati eternati negli scatti di indiscussi Maestri come Henri Cartier Bresson e Gianni Berengo Gardin”. 

Al Festival, nato da un’idea maturata durante il primo lockdown, saranno presenti firme d'eccezione fortemente volute dall'anima di Ju Buk, la giornalista  Eleonora de Nardis, che con le colleghe e amiche Roberta Scorranese (firma culturale de Il Corriere della Sera) e Manuela Perrone (contributor di Alley Oop de Il Sole 24 Ore) riunirà in quei giorni una vera e propria squadra di "regine guerriere": Valeria Parrella, Finalista Strega 2020, "Quel tipo di donna" Harper Collins; Donatella Di Pietrantonio, candidata Strega 2021, "Borgo Sud"; Josephine Signorelli, In arte Fumetti Brutti, "Anestesia", Feltrinelli Comics; la sociolinguista Vera Gheno, "Femminili singolari", Effequ; l’attivista Giulia Blasi, "Rivoluzione Z" , Rizzoli; Dunja Badnjevic, "Come le rane nell'acqua bollente", Bordeaux; la giallista Piera Carlomagno, "Nero Lucano", Solferino; Costanza Rizzacasa D' Orsogna, "Non superare le dosi consigliate", Guanda; Chiara Becchimanzi, "A ciascuna il suo", Aracne; Tiziana Ciavardini, "Hijab", Castelvecchi; Barbara Bonomi Romagnoli e Marina Turi con "Laura non c'è", Fandango; Michela Ponzani, "Guerra alle donne", Einaudi. E le giornaliste di Gi.u.li.a Silvia Garambois e Paola Rizzi con "Stai zitta, giornalista", edizioni All Around, il loro ultimo saggio su hatespeech e zoombombing che è stato in audizione alla Commissione antimafia del Ministero dell’Interno. L'evento si svolgerà nel centro storico di Scanno all'interno della manifestazione "Scanno Borgo in Festival" che prevede - tra l'altro - una tre giorni di vernissage, mostre, laboratori artigiani e performance musicali. Ultima nota, alle autrici saranno regalati ciondoli Presentosa che rappresentano una stella con dentro dei cuori realizzati dalle gioiellerie del paese famoso per l'arte orafa della filigrana d'oro. Lo stesso ciondolo che venne regalato a Michelle Obama durante il G8 di L'Aquila dopo il terremoto.

 

Articoli correlati