Dopo la nuova, suggestiva, illuminazione del salone dei Mesi, che accoglie uno dei più grandi cicli decorativi del Rinascimento, Palazzo Schifanoia – a nove anni dal terremoto d’Emilia - ospita da ieri un nuovo museo. In 850 metri quadrati, divisi in 11 sale, sono disponibili al pubblico 170 opere che racconteranno l’arte e la storia dal Quattrocento fino al XVIII secolo. Dall’età di...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati