La Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura ha pubblicato l'elenco dei 40 giovani che saranno impiegati per la realizzazione di progetti nel settore degli archivi e della digitalizzazione sull’intero territorio nazionale, così come previsto dal Fondo Giovani per la Cultura. La graduatoria segue le comunicazioni delle Commissioni istituite presso l’Archivio centrale dello Stato e l'Istituto Centrale per la Digitalizzazione del Patrimonio Culturale. In particolare, l'elenco relativo all'Archivio centrale dello Stato coinvolge 30 tirocinanti mentre quello relativo all'Istituto Centrale per la Digitalizzazione del Patrimonio Culturale 10.

LA STORIA DELLA MISURA

Il Dl Agosto, convertito in legge ad ottobre 2020, aveva previsto il rifinanziamento - nella misura di 300.000 euro per il 2020 e di 1 milione di euro annui a decorrere dal 2021 - e la stabilizzazione del "Fondo mille giovani per la cultura", operativo negli anni 2014 e 2015, rinominato ora "Fondo giovani per la cultura", al fine di favorire l'accesso dei giovani alle professioni culturali e di sostenere le attività di tutela e valorizzazione nel settore dei beni culturali. La norma era stata recuperata dalla bozza di schema del Ddl Mibact collegato alla Legge di Bilancio 2020 e che per il Covid il governo non aveva mai depositato.

 

Articoli correlati