Al fine di potenziare il servizio offerto da biblioteche e musei di enti pubblici, accreditati nell'Organizzazione bibliotecaria regionale e nell'Organizzazione museale regionale, la Regione Lazio promuove l'avvio di accordi di collaborazione. Potranno presentare istanza gli enti pubblici titolari del servizio culturale accreditato in O.B.R. e O.M.R. I documenti da allegare alla domanda, redatti sulla base delle schede allegate all’Avviso pubblicato dalla Regione, dovranno essere trasmessi entro l'11 giugno. Con gli accordi sarà possibile collaborare alla realizzazione delle attività di catalogazione del patrimonio culturale conservato dai servizi culturali, al fine di migliorarne la conoscenza e diffusione, nel rispetto degli standard adottati dagli enti pubblici competenti. Verranno inoltre promosse iniziative ed attività finalizzate alla conoscenza dei beni conservati nelle biblioteche e nei musei.

CARATTERISTICHE DEGLI ACCORDI

Gli accordi di collaborazione potranno avere esclusivamente ad oggetto la realizzazione di attività che la Regione porterà avanti, anche avvalendosi delle proprie società in house nell’ambito dei contratti di servizio in essere, in collaborazione con l’ente pubblico interessato, per il perseguimento delle finalità dell’avviso. È escluso il trasferimento di risorse finanziare. Le attività previste in ogni accordo di collaborazione possono comportare per la Regione l’impiego di risorse umane per un numero massimo di una unità per ogni servizio culturale interessato, salvo pervengano richieste inferiori rispetto al numero massimo di accordi. Potranno infatti essere attivati dalla Regione un numero non superiore a 45 accordi distribuiti sul territorio in questo modo: 21 nella Provincia di Roma e sei per ciascuna delle Province di Latina, Frosinone, Viterbo e Rieti.

Approfondimenti

 

Articoli correlati