“Che la stagione parta dalla visita al Colosseo, che è una sorta di emblema di Roma e la cartolina dell’Italia nel mondo, è un segno di grande speranza per la rinascita del nostro dopo i lunghi mesi di sacrifici e restrizioni. Ripartire dalla cultura è sempre importante perché non è solo quel patrimonio che è dentro di noi e ci aiuta a crescere, ma è uno straordinario ponte di comunicazione verso gli altri paesi come è stato durante la pandemia”. Lo ha detto il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, in visita al Parco archeologico del Colosseo insieme al ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, alla sindaca di Roma, Virginia Raggi e al direttore del Parco, Alfonsina Russo.

“Ma la cultura è anche il nostro petrolio, dà impulso al turismo e a quello che sta accanto, la ristorazione, gli alberghi, l’enogastronomia. Con la cultura si mangia perché è uno straordinario volano per l’economia - ha aggiunto Casellati -. Ripartire da qui significa dire al Paese ripartire dalla cultura per dare prospettive al Paese. E’ un messaggio di speranza di cui l’Italia ha bisogno e come diceva Dante, di cui quest’anno ricorrono le celebrazioni, siamo qui per rivedere le stelle”. 

“Abbiamo tantissimi siti Unesco, 55 come la Cina che è parecchio più grande di noi, gli italiani e gli stranieri non li conoscono tutti. Per cui pensiamo di mettere un premio per chi ne visita il più possibile nel più breve tempo possibile”, ha detto il ministro Garavaglia. “Oggi si festeggia un giorno importante per gli italiani perché si ricomincia a uscire e a vivere la socialità, si torna alla vita normale – ha aggiunto -. Abbiamo tolto molte regole, come la quarantena, ogni giorno ne verranno tolte altre, l’Italia è aperta ed è già ripartita”. Ma Garavaglia lancia anche un segnale di preoccupazione: “Abbiamo bisogno di forza lavoro. Nel momento in cui si riparte in maniera veloce c’è la necessità di stagionali, per cui paradossalmente l’Italia, Repubblica fondata sul lavoro, dovrebbe rimuovere alcuni ostacoli per permettere ai giovani di lavorare”.

 

Articoli correlati