Letture lente, il mensile di approfondimento di AgCult ha aperto ad agosto 2020 un dibattito su “come un maggiore contributo delle donne (il pensiero innovativo delle donne) nei settori culturali e creativi possa aprire nuovi scenari di sviluppo sostenibile nel Paese” lanciando una call for paper. La crisi pandemica ha evidenziato ferite già aperte, accentuato le diseguaglianze, ma al contempo ha mostrato l’urgenza e l’opportunità di prendere in mano il futuro per promuovere cambiamento, ha riacceso una luce di speranza nella possibilità di generare processi top-down e bottom-up in grado di attivare forme di sviluppo più sostenibili e giuste. Il tema dell’eguaglianza di genere, legata alle politiche culturali e creative, è obiettivo ma anche leva di questo percorso, un filo rosso che ha percorso la call di Letture Lente. La quantità e qualità dei contributi arrivati ha permesso di definire una mappa di obiettivi strategici sintetizzata in un decalogo intorno al quale costruire misure e politiche per contrastare le diseguaglianze di genere. E l’ascolto continua. Conduce: Flavia Barca, esperta di politiche culturali e creative. Intervengono: Laura Barreca, direttrice del Museo Civico di Castelbuono; Carola Carazzone, Segretario Generale di Assifero, Presidente Dafne; Celeste Costantino, Consigliera per la mediazione culturale del Ministero per la Cultura; Ileana Piazzoni, capo segreteria tecnica della Ministra Elena Bonetti; Alessandra Gariboldi, Presidente, Fondazione Fitzcarraldo; Barbara Leda Kenny, Curatrice di inQuiete, Festival di Scrittrici a Roma; Catterina Seia, curatore scientifico AgCult/Letture Lente e Presidente, CCW - Cultural Welfare Center.

 

Articoli correlati