“A causa della precarietà e della naturale saltuarietà della loro professione, i lavoratori dello spettacolo necessitano di misure ad hoc per rendere dignitosa la loro condizione lavorativa. È per questo che ho presentato due emendamenti al decreto Sostegni-bis, che migliorerebbero la riforma del welfare dello spettacolo già presente nel decreto. Il passo in avanti che si sta compiendo per...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati