“L’1 luglio firmeremo a Cabras la nascita della Fondazione tra Regione Sardegna e MiC per la gestione del patrimonio unico rappresentati dai Giganti di Mont'e Prama”. Lo ha annunciato il ministro della Cultura, Dario Franceschini, nel corso della presentazione al MiC della mostra internazionale “Sardegna Isola Megalitica - Dai menhir ai nuraghi: storie di pietra nel cuore del Mediterraneo”, che verrà inaugurata a Berlino il prossimo 30 giugno e poi, dopo San Pietroburgo e Salonicco, chiuderà a Napoli nel mese di settembre 2022. “Proprio sull’esempio di questa mostra itinerante – ha detto Franceschini rivolgendosi al governatore Christian Solinas - potremo ragionare che mentre si completano i lavori di creazione del Museo a Cabras si pensi a un percorso internazionale dei Giganti, naturalmente con tutte le garanzie di tutela e di sicurezza delle opere, in modo che quando si aprirà la sede definitiva del Museo sia davvero un grande evento internazionale”. 

“In Sardegna le bellezze paesaggistiche si affiancano a un infinto patrimonio culturale, archeologico, artistico che non è stato sufficientemente conosciuto e valorizzato dall’Italia negli anni passati”, ha rimarcato Franceschini. “Questa mostra darà modo di conoscere a tutto il mondo la straordinarietà del patrimonio culturale sardo. Si tratta di una iniziativa di livello altissimo, una collaborazione internazionale tra grandi musei, un segnale molto concreto che accompagnerà la ripartenza. C’è una grande voglia di avvicinamento alla cultura come dimostrano tutti i dati”.

“E’ una grande opportunità per la Sardegna ed è una prova di come al nostro Paese dobbiamo affiancare alle condizioni di attrattività, che già abbiamo, le condizioni di attrattività dei flussi turistici internazionali, un turismo intelligente con capacità di spesa che si avvicini con rispetto al nostro patrimonio culturale - ha aggiunto Franceschini -. Abbiamo diverse collaborazioni aperte con la Regione Sardegna, nel rispetto totale della sua autonomia, come il progetto del ‘Trenino Verde’ che attraversa la parte interna dell’isola". E il 1 luglio arriverà anche la firma per la Fondazione che gestirà i Giganti di Mont'e Prama.
 

 

Articoli correlati