La ministra della Giustizia Marta Cartabia è giunta nel pomeriggio a Ventotene (LT). A ricevere la Guardasigilli, la Commissaria del Governo per il recupero dell’ex carcere borbonico di S.Stefano, Silvia Costa, Domenico Malingieri – già vicesindaco del Comune di Ventotene - il consigliere comunale Aurelio Matrone, il presidente dell’Associazione “Per Santo Stefano in Ventotene Onlus”, Guido Garavoglia e le autorità militari dell’isola. La Cartabia parteciperà domani, sabato 26 giugno, all’incontro “L’esperienza di Eugenio Perucatti a Santo Stefano: tra passato e presente”, organizzato in occasione della presentazione del volume “Perché la pena dell’ergastolo deve essere attenuata”. Interverranno, oltre alla Ministra e alla Commissaria, anche Luca Pietromarchi (Rettore dell’Università degli studi di RomaTre), Gerardo Santomauro (Sindaco di Ventotene), Carmelo Cantone (provveditore dell’amministrazione penitenziaria Lazio, Abruzzo e Molise), Lucia Castellano (Dirigente generale per l’esecuzione penale esterna e la messa alla prova), Manfredi Merluzzi (direttore del Dipartimento studi umanistici di RomaTre), Marco Ruotolo (prorettore con delega per i rapporti con le scuole, società e istituzioni di RomaTre) e Anthony Santilli (responsabile dell’archivio storico di Ventotene e Santo Stefano). Nel corso della giornata verrà presentato il progetto per la realizzazione presso l’isola di Santo Stefano di un Centro internazionale di ricerca sulla pena.

 

Articoli correlati