Avviata la selezione, da parte del Segretariato generale del Ministero della Cultura, di un esperto che fornisca supporto al Servizio II - Ufficio UNESCO per adempimenti sugli stanziamenti a favore dei siti culturali e naturali italiani e degli elementi culturali immateriali e la predisposizione di dossier scientifici e piani di gestione per l’iscrizione di nuovi siti nella lista del patrimonio mondiale. L'esperto di occuperà anche dell'aggiornamento dei piani di gestione di siti già iscritti nella lista. L'avviso, pubblicato sul sito del MiC, i riferisce ad una procedura comparativa per titoli e colloquio per il conferimento dell'incarico, che avrà una durata massima di 24 mesi. I candidati dovranno inviare entro il 16 luglio 2021 la domanda di partecipazione, sottoscritta con firma digitale o autografa all'indirizzo mbacsg.servizio2@mailcert.beniculturali.it.

PROFILO RICHIESTO 

Il profilo professionale richiesto è quello di architetto senior. L’esperto dovrà dimostrare una comprovata esperienza nell’attività di controllo, monitoraggio tecnico e valutazione di programmi e progetti in ambito settoriale di livello nazionale, la conoscenza delle convenzioni e dei programmi UNESCO e della normativa di riferimento nazionale, competenze sui piani di gestione dei siti UNESCO, un'ottima conoscenza dei diversi applicativi del pacchetto Office e dei più diffusi database relazionali. Costituirà titolo preferenziale l’aver maturato esperienza nell’ambito della legge 77/2006, recante “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti e degli elementi italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella «lista del patrimonio mondiale», posti sotto la tutela dell'UNESCO”. 

SELEZIONE E DURATA DELL'INCARICO

La selezione sarà effettuata da una Commissione interna, che verificherà il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti e procederà alla valutazione di merito dei curriculum presentati dai candidati. La Commissione valuterà le domande, in relazione alle competenze attestate e all’esperienza maturata, coerenti, in relazione ai contenuti del profilo professionale, al ruolo da ricoprire e alla conoscenza del dominio oggetto dell’incarico. Sarà previsto un colloquio per i candidati che avranno conseguito la valutazione di coerenza. Il colloquio accerterà l’effettivo possesso dei requisiti, oltre ad approfondire i contenuti del curriculum vitae. Successivamente alla pubblicazione della graduatoria, all’esperto selezionato sarà fatta inviata una formale lettera di incarico che il candidato vincitore della selezione dovrà restituire firmata per accettazione entro sette giorni, a pena di decadenza. Il compenso professionale per l’incarico è pari a 50 mila euro annui. Sono a carico del professionista gli oneri previdenziali e fiscali nella misura di legge e ogni copertura assicurativa. 

Approfondimenti

 

Articoli correlati