Dopo lo stop dovuto all’emergenza sanitaria nello scorso anno, in cui l’Eddie Lang Jazz Festival avrebbe dovuto festeggiare la sua trentesima edizione, finalmente si riaccendono i riflettori nell’elegante cornice dei giardini del Castello Pignatelli di Monteroduni (IS), che ospiteranno come di consueto il Festival dal 30 luglio al 1 agosto. Patrocinato dal Comune di Monteroduni, il Festival è organizzato da Eddie Lang Music APS, l’Associazione presieduta da Marco Zampogna e fondata proprio quest’anno al fine di promuovere non solo la musica jazz tramite iniziative di carattere culturale come il festival stesso, ma anche il territorio. Il fine ultimo è creare un ‘turismo musicale’, che possa convogliare a Monteroduni e quindi in terra molisana cultori di jazz e non solo.

La musica farà da collante. L’Eddie Lang è infatti uno dei fiori all’occhiello del Molise: il piccolo comune molisano ha dato i natali a uno dei padri del jazz, Salvatore Massaro, in arte Eddie Lang, figlio di un liutaio e di una donna originari di Monteroduni. Erano gli anni ’30, quando Eddie collaborava con artisti come Louis Armstrong, Bessie Smith, Jack Teagarden (solo per citarne alcuni). Da qui la volontà di rivendicarne le origini e, quindi, di dedicargli un intero festival, che negli anni ha visto avvicendarsi artisti del calibro di Marcus Miller, Greg Howe, Lonnie Liston Smith, John Scofield, Stanley Jordan con il suo tapping-style, Billy Cobham, Jim Hall, Fontella Bass, Benny Golson, Joe Locke, Tommy Emmanuel, Richard Bona, Randy Brecker & Bill Evans, Michel Petrucciani, Incognito, Jean-Luc Ponty, Marc Ribot fino ad arrivare agli italiani Gegè Telesforo, Dado Moroni, Paolo Fresu, Franco Cerri, Enrico Pierannunzi.

L’Eddie Lang Jazz Festival giunge dunque alla sua XXX edizione, che offre anche quest’anno un calendario ricco di eventi. Gli spettacoli, anticipati dagli aperitivi che si svolgeranno a partire dalle 18.30, avranno inizio alle ore 21.30 nei giardini del Castello Pignatelli per poi proseguire a mezzanotte con le tradizionali jam session in diverse piazze del paese. Inoltre, dal 26 luglio al 1 agosto sono previste visite con approfondimento didattico al Castello Pignatelli, per cui sarà possibile conoscerne la storia e apprezzarne i meravigliosi interni.

 

Articoli correlati