Martedì 27 luglio alle 21.30 si terrà il primo appuntamento degli eventi organizzati da Fondazione Brescia Musei a corredo dell’inedito progetto site-specific Palcoscenici archeologici. Interventi curatoriali di Francesco Vezzoli, allestito da venerdì 11 giugno 2021 sino a domenica 9 gennaio 2022 presso il Parco Archeologico e il Museo di Santa Giulia a Brescia. Si tratta di Carta Bianca a Francesco Vezzoli, un’iniziativa di Fondazione Brescia Musei – Nuovo Eden, che vede un documentario sull’artista e una selezione di tre film scelti da Vezzoli proposti nel programma del cinema all’aperto “L’Eden d’estate”, presso il Museo di Santa Giulia a Brescia. I film della storia del cinema italiano ambientati nell’antica Roma selezionati riprendono il concept del progetto artistico: valorizzare le opere di Francesco Vezzoli e, allo stesso tempo, metterle in dialogo con le vestigia romane e longobarde. Ogni lungometraggio sarà seguito da una selezione di cortometraggi diretti dallo stesso Vezzoli, realizzati dal 1997 al 2009 e da un contributo audio dell’artista che presenterà la selezione cinematografica al pubblico dell’arena estiva.

Martedì 27 luglio alle 21.30 apre il programma di Carta bianca il documentario Ossessione Vezzoli di Alessandra Galletta: un film in cui Vezzoli si racconta e si lascia raccontare, tra tecnica e ispirazione, luoghi dell'anima e incontri con artisti disparati tra cui Lady Gaga e Iva Zanicchi. Un percorso psichedelico nella mente di un creatore e un'occasione per scoprire lati nascosti della sua opera. A seguire verrà proiettato AN EMBROIDERED TRILOGY: tre episodi che coinvolgono un famoso regista ed una rinomata attrice italiana, che mette in scena una parodia estremamente sottile del proprio personaggio cinematografico e televisivo. Il primo corto, OK, THE PRAZ IS RIGHT di Francesco Vezzoli (1997, 5’) vede protagonista il regista John Maybury ed è girato al Museo Mario Praz di Roma. Il divano al centro della stanza è stato ricamato da Mario Praz, con la cantante Iva Zanicchi che nel 1974 interpretò il tema principale del film di Luchino Visconti Gruppo di famiglia in un interno indirettamente basato sulla vita di Mario Praz. Il secondo corto IL SOGNO DI VENERE di Francesco Vezzoli (1998, 4’) è invece diretto dalla regista Lina Wertmüller, con Franca Valeri, universalmente riconosciuta come una delle prime e più innovatrici attrici comiche nella storia del cinema, interprete di alcune delle parodie più pungenti della tipica donna della media borghesia italiana, è stato girato nell’appartamento di Suso Cecchi D’Amico e nel night-club “Officina”. Il divano su cui si addormenta l’attrice fu interamente ricamato a mano da Silvana Mangano.

Concluderà la serata THE END (TELETEATRO) di Francesco Vezzoli (1999, 4’), diretto dal regista Carlo di Palma, con Valentina Cortese, ricordata soprattutto per la sua celebrata interpretazione della diva smemorata in Effetto notte di François Truffaut e per il suo ruolo in Giulietta degli spiriti di Federico Fellini. Il corto è stato girato nel suo appartamento e i cuscini sparsi per la scena sono stati ricamati a mano da Valentina Cortese. La rassegna proseguirà martedì 10 agosto con Fellini Satyricon di Federico Fellini.

 

Articoli correlati