Era il 2001 quando in Afghanistan i talebani al potere decisero di abbattere i monumenti “non islamici” e nella valle di Bamiyan distrussero le statue di Buddha più alte del mondo. Un gesto eclatante che cancellò secoli di storia e indignò la comunità internazionale, che non riuscì a mettere in salvo quel tesoro archeologico. Oggi i talebani controllano di nuovo il Paese e la preoccupazione...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati