Inizia oggi a Roma l'ottava edizione della Festa di Left Wing, l'associazione cui fa riferimento l'area politica che nel Pd ha nel deputato Matteo Orfini e in Francesco Verducci, vicepresidente della commissione Cultura del Senato, gli esponenti più rappresentativi. Tre giorni, dal 9 all'11 settembre all'interno del Parco Nemorense, trenta tavoli di lavoro tematici, oltre 500 relatori in programma. “‘Chiaroscuro’ è il titolo dell'edizione 2021, con un rimando allo 'scuro' della crisi ingigantita dal Covid ed al 'chiaro' delle nuove opportunità che potranno aprirsi costruendo una nuova politica e un nuovo modello di sviluppo – spiega Verducci -. Una tre giorni assembleare, un 'big talk', che metterà a tema le principali urgenze per contribuire a scrivere un manifesto dei democratici nel mondo dopo la pandemia”.

Diversi i panel dedicati al settore della cultura e dello spettacolo. Giovedì 9 alle ore 18 “A cosa servono i musei: i beni culturali di Roma tra turismo e cittadinanza” a cui interviene, tra gli altri, Valentino Nizzo (Etruscologo e direttore del Museo Nazionale etrusco di Villa Giulia). Venerdì 10 alle ore 18 “I luoghi della cultura diffusa, una proposta di legge per uscire dall’emergenza” a cui partecipa Matteo Orfini. Sabato 11, alle 18, si svolgeranno gli incontri “Una legge per il cinema indipendente”, “Lo statuto sociale del lavoro creativo, culturale e artistico: per una riforma vera” e “Un programma per l’Italia creativa: idee, strumenti e politiche per il settore culturale e creativo. A quest’ultimo panel intervengono, tra gli altri, Giovanna Barni (Presidente Culturmedia) e Claudio Bocci (Presidente Cultura del Viaggio).

 

Articoli correlati