"Lecce città frolla". E' il titolo del progetto, in partenza nel pomeriggio di venerdì 1 ottobre, con cui Lucia Sardi, insieme ad Angela Acquaviva e Rosanna Vicinanza, in collaborazione con GTI-Guide Turistiche Italiane, ha vinto il bando "Tourism4All", finanziato dal programma interregionale Italia - Croazia 2014/2020 per la prestazione di servizi e l'ospitalità accessibile in Puglia. Rivolto principalmente a non vedenti e ipovedenti, si avvale del metodo Peraltravia - Anotherway, di Francesco Piccolo, che concepisce il coinvolgimento diretto dei visitatori attraverso suggestioni e attività. Non solo "tatto", per sintetizzare, ma valorizzazione degli altri sensi a disposizione per entrare in contatto con l'arte. Un metodo che, come puntualizza Piccolo, "si basa sull'idea che sia una comunità, con il suo stesso artigianato, a presentarsi ai fruitori". Il percorso, anticipano le guide Lucia Sardi, Angela Acquaviva e Rosanna Vicinanza, si svolgerà a piedi, all'interno del centro storico e sarà tesso alla scoperta dei monumenti più rappresentativi del capoluogo salentino: quindi Porta Napoli, Via Palmieri, Piazzetta Falconieri, Piazza Duomo, Santa Irene, Basilica di Santa Croce, Piazza Sant'Oronzo. "Racconteremo la città cercando di generare, attraverso i sensi, un emozione. In questo modo i ricordi si fisseranno nella mente". GTI, come ricorda Sardi, "da statuto è attenta ai temi dell'accessibilità e dell'inclusione. Parliamo di un vero turismo e di veri turisti - la chiosa - verso cui la nostra attenzione è sempre alta per vocazione".

 

Articoli correlati