L’Erma di Bretschneider celebra 125 di vita con una pubblicazione speciale e un evento in programma venerdì 29 ottobre a Roma. Fondata nel lontano 1896, a soli ventisei anni dalla presa di Roma, L’Erma, acronimo di Libreria Editrice Romana Monumenti Arte, è entrata a pieno titolo nella storia dell’editoria italiana, restando fedele attraverso tre secoli alla sua vocazione che ne ha fatto un punto di riferimento dell'editoria scientifico-umanistica: le sue opere, frutto del lavoro di quasi novemila autori, sono presenti in oltre 2700 biblioteche e 70 Paesi nei cinque continenti. L'intensa attività di ricerca in discipline storiche, archeologiche e artistiche - svolta dall’Erma in collaborazione con i massimi esperti del settore e i più prestigiosi atenei del mondo -, costituisce oggi un patrimonio culturale inestimabile a disposizione non solo di studiosi e appassionati, ma dell'intera collettività. La lunga parabola della casa editrice, così come il passato e il futuro dell'editoria scientifica, saranno al centro dell'incontro in programma domani a Roma a Palazzo Giustiniani (Senato della Repubblica). Nel corso dell’evento, sarà presentata la pubblicazione “L’Erma di Bretschneider: 125 anni della casa editrice 1896-2021”, che include la lista completa degli autori e delle biblioteche che ospitano le opere dell’editore. Intervengono: Massimo Osanna, direttore generale dei Musei del Ministero della Cultura, Barbara Casalini, presidente della Casalini libri, Roberto Marcucci, presidente de L’Erma di Bretschneider, Giuseppe Moles, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria. E’ previsto un contributo video di Ricardo Franco Levi. presidente dell’Associazione Italiana Editori. Saranno inoltre presenti circa 40 professori universitari italiani e stranieri e alti dirigenti del ministero della Cultura.

 

Articoli correlati