Il ministero dei Beni culturali renda noto a che punto sono i lavori di ristrutturazione del campanile di Portogruaro, “un bene artistico pubblico che rappresenta per il comune una risorsa strategica per la valorizzazione del territorio”. Lo chiede la deputata Ketty Fogliani (Lega) in un’interrogazione indirizzata al Mibac.

Il campanile di Portogruaro, risalente al dodicesimo secolo, pende di 2,5 millimetri l’anno in direzione nordovest, e le sollecitazioni sono sempre più numerose e critiche. Il più recente intervento di raddrizzamento dei fuori piombo è avvenuto nel 1963 attraverso un consolidamento generale dell’inclinazione; nel 2005 è stato invece eseguito un consolidamento del solo parametro murario della parte bassa.

Ormai, sottolinea la deputata, “la sua inclinazione sta assumendo aspetti ogni giorno sempre più preoccupanti. La legge di stabilità del 2017 ha approvato un piano di investimenti per il patrimonio culturale nazionale. Con decreto ministeriale del 19 febbraio 2018, il Ministero dei beni e delle attività culturali ha assegnato la somma di 4.200.000 euro per il restauro del campanile, mettendo in sicurezza e valorizzando un bene simbolo del comune di Portogruaro”.

 

Articoli correlati