Lunedì 26 novembre 2018 alle 10 a Roma, presso la Sala Gianfranco Imperatori dell’Associazione Civita, si terrà il convegno “Dal locale al globale: innovazioni, tendenze e strategie nel turismo”, promosso dalla stessa Associazione e dall’Associazione per l’Economia della Cultura, in merito ai grandi cambiamenti provocati anche dalla rivoluzione digitale nel settore turistico che ne ha modificato il rapporto fra domanda e offerta.

Interverranno, fra gli altri, Luigi Abete (presidente di Civita Cultura Holding), Bernabò Bocca (presidente di Federalberghi) e Armando Peres (presidente comitato Turismo dell’Ocse).

A fronte della globalizzazione, le destinazioni mondiali si sono moltiplicate e la conseguente concorrenza ha sollecitato lo sviluppo di strategie volte al rafforzamento dell’immagine della destinazione e della sua attrattività, spesso a partire da vantaggi comparativi che permettono di rendere unica e di “tematizzare” la destinazione (turismo enogastronomico, termale, memoriale…).

In questo contesto, anche il turismo culturale è soggetto a trasformazioni profonde. Dal turismo culturale si passa al turismo creativo dove, grazie alle nuove tecnologie e al contesto della sharing economy, i ruoli degli attori del settore tendono a ridefinirsi, così come le esperienze turistiche. Emerge, pertanto, una tendenza di crescita per tali turismi creativi, potenzialmente capace di sostenere l’economia di aree del Paese che non fanno parte degli attuali attrattori turistici.

Questi i temi su cui, moderati da Paolo Ermini, Direttore del Corriere Fiorentino, si confronteranno gli ospiti dell’incontro con l’obiettivo di sensibilizzare le Istituzioni in merito alla possibilità di sviluppo di nuove strategie volte ad orientare le scelte dei territori, regolare l’intervento di nuovi attori, locali e internazionali, permettere la diversificazione delle destinazioni turistiche e la valorizzazione del loro patrimonio culturale.

 

Articoli correlati