Boom di visitatori al Parco archeologico del Colosseo. Con il +5,7% di presenze nel 2018 e un totale di 7,4 milioni di visitatori, l’Anfiteatro Flavio rafforza il suo primato nel mondo. “L’Italia con il suo straordinario patrimonio conferma il trend in crescita”, scrive il Mibac su twitter commentando i dati del Colosseo. Nel 2019, inoltre, il Parco ha previsto un ingresso gratuito una volta al mese. In particolare, sarà possibile accedere al Colosseo l’ultimo giovedì del mese le ultime due ore dell’orario di apertura.

I DATI SUI VISITATORI

Il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli commenta i dati sui visitatori al Colosseo nel 2018 a margine della conferenza stampa di chiusura del progetto delle “Stagioni Russe in Italia”, un Festival che ha portato in più di quaranta città italiane spettacoli teatrali, opere liriche, concerti, balletto e mostre, rassegne cinematografiche con l’obiettivo di avvicinare il pubblico italiano alle produzioni delle maggiori compagnie e istituzioni culturali russe.

“Sono contento che sono aumentati i visitatori mi fa sempre piacere ed è una cosa importante”, ha detto il ministro. Ovviamente, ha aggiunto, “poi ragioneremo se dobbiamo porre qualche attenzione per non rovinarlo, però il fatto che aumentino i visitatori e che ci sia un interesse crescente è una cosa positiva”. Per Bonisoli occorre ricordare che, nel caso di un monumento molto visitato come il Colosseo, che “se arrivano tutti visitatori in un unico momento ci può essere un problema. Dobbiamo quindi semplicemente stare attenti a gestire i flussi”.

ACCESSO GRATUITO UNA VOLTA AL MESE

Apprezzamento da parte del ministro anche per l’iniziativa della direttrice del Parco Alfonsina Russo di prevedere un ingresso gratuito al Colosseo una volta al mese. “Mi sembra un’ottima idea – ha commentato -. La filosofia delle giornate gratuite è di lasciare la possibilità a chi il problema lo vede e lo vive tutti i giorni di decidere qual è il momento giusto per far sì di togliere magari un visitatore che verrebbe in un momento di eccessivo afflusso e spostarlo in un altro momento. Si tratta semplicemente di una cosa di buon senso e la direttrice Russo sta facendo bene in questo senso, sta applicando quella che è la sua esperienza per risolvere e affrontare una problematica molto concreta”.

Leggi anche:

Colosseo, in arrivo un Piano che mette le nuove tecnologie al servizio della sicurezza

 

Articoli correlati