“Vorrei sottolineare lo straordinario successo di questa edizione delle Stagioni russe, che rimarrà nella nostra memoria collettiva. Non ricordo nulla di così articolato e profondo nel paese. Il bello di lavorare con la Russia sulla cultura è che c’è sempre la massima qualità e tutto quello che abbiamo visto è stato reso con grande professionalità e talento. Mi ha colpito anche la diversità dell’offerta culturale: balletto, musica sinfonica, teatro di prosa, ma anche importanti mostre d’arte”. Lo ha detto il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, nel corso della conferenza stampa dedicata alla conclusione del progetto “Le Stagioni Russe” in Italia che si è tenuta a Roma presso il Centro russo di cultura e scienza. Presenti il ministro della Cultura della Federazione Russa, Vladimir Medinsky, e l’ambasciatore in Italia, Sergey Razov.

Bonisoli ha sottolineato il “grande interesse” per l’arte italiana in Russia, evidenziando in particolare il profondo legame con il Museo Hermitage di San Pietroburgo. “I nostri paesi – spiega – hanno una tradizione di dialogo decennale e anche quando appartenevamo a blocchi diversi riuscivamo comunque a trovare forme di dialogo continue. I due Paesi sono sempre riusciti ad avere una forte collaborazione culturale, che è anche una delle ragioni del successo delle stagioni russe”.

La collaborazione culturale tra Mosca e Roma, prosegue il titolare del Collegio Romano, “deve continuare, troveremo forme nuove di partnership ma quello che vorrei è usare questo slancio per toccare altri ambiti della cooperazione culturale, come l’arte contemporanea o il campo dell’editoria”, ha concluso Bonisoli.

MEDINSKY

“Russia e Italia sono partner strategici in diversi settori ma soprattutto in ambito culturale. Le Stagioni russe 2018 sono state un evento culturale senza precedenti con 6 milioni di spettatori”, ha sottolineato Medinsky. La Cooperazione culturale tra Federazione Russa e Italia, si è quindi augurato il ministro russo, “durerà per altri 500 anni”.

LE STAGIONI RUSSE

Le Stagioni Russe è un progetto di rilevanza internazionale nato con l’obiettivo di raccontare i successi della cultura russa all’Europa. È un festival che apre nuove opportunità per il dialogo interculturale. Il festival (con durata fino alla fine del 2018) ha previso più di 310 eventi, tra cui 35 mostre, 37 spettacoli teatrali, 63 concerti di musica sinfonica, 55 balletti, 31 progetti dedicati all’arte cinematografica, 44 tournée dei collettivi tradizionali più importanti, 45 festival del circo e dell’arte. Alle “Stagioni Russe” in Italia hanno preso parte 87 enti culturali.

 

Articoli correlati