C’è tempo fino al 6 gennaio per votare uno dei 115 progetti dell’anno candidati nel concorso che premierà il progetto finanziato attraverso l’Art Bonus più votato tra quelli selezionati sulla piattaforma www.concorsoartbonus.it. L’iniziativa è organizzata da Ales Spa in collaborazione con Promo PA Fondazione – LuBeC, Lucca Beni Culturali. Il concorso è giunto alla sua terza edizione. La prima edizione, nel 2016, è stata vinta dal progetto del Comune di Poggibonsi “Archeodromo di Poggibonsi”. L’anno successivo, nel 2017, è stata la volta dell’Accademia di Belle Arti di Carrara con il “Restauro della sala del Campionario dei Marmi”.

In Sicilia sono stati presentati due progetti: uno della fondazione Teatro Massimo di Palermo e un altro del Fai che interessa il giardino della Kolymbethra ad Agrigento.

GIARDINO DELLA KOLYMBETHRA – AGRIGENTO

Ogni anno, per far sì che il Giardino si possa mantenere rigoglioso ed accogliente per i visitatori, bisogna dedicargli cure continue e quotidiane: potatura e concimazione degli oltre 600 esemplari di agrumi; potatura del ficheto d’india e degli ulivi; sistemazione dei canali di irrigazione tradizionali e delle vasche di raccolta dell’acqua; riparazione dei ponti e delle staccionate in legno; pulizia dei muretti a secco; piantumazione dell’orto e, a rotazione, del grano e delle fave; manutenzione degli ipogei e delle scarpate in tufo.

L’intervento ha permesso di aprire al pubblico l’ipogeo che si estende dal giardino della Kolymbethra fino a Porta V. Si tratta di uno degli ipogei tra i più rappresentativi della Kolymbethra, fortemente connotato dal punto di vista naturalistico, archeologico,geologico e speleologico e caratterizzato da uno sviluppo sub-orizzontale di circa 185 metri.

I contributi ricevuti non utilizzati per questo intervento saranno dedicati alle manutenzioni del Giardino.

FONDAZIONE TEATRO MASSIMO – PALERMO

Il sostegno è rivolto alla Fondazione Teatro Massimo per tutte le attività culturali previste per la stagione 2017 di opere, balletti e concerti, oltre che per le iniziative collaterali.

Il Teatro Massimo ha aperto le porte al pubblico nel 1897 e con i suoi 7730 metri quadrati di area è il teatro più grande d’Italia e il terzo d’Europa, secondo solo alle Opere di Parigi e Vienna.

Il cartellone istituzionale di opere, balletti e concerti, oggi è uno dei più ricchi nell’ambito delle fondazioni liriche italiane, con oltre 260 serate di spettacolo che coinvolgono più di 145.000 spettatori l’anno (di cui quasi il 30% giovani under35). Oltre 106.500 turisti nel corso della stagione hanno visitato il Teatro che è, dunque, uno dei monumenti più visitati della Sicilia.

 

Articoli correlati