“Ho concordato la mia missione istituzionale con il Ministro dei Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro e con il delegato d’aula Daniele Del Grosso che fa parte del direttivo. Come presidente della Commissione Cultura della Camera e rappresentante delle istituzioni sono stato impegnato nella consegna del premio alla carriera a Lina Wertmuller, una icona vivente e un simbolo culturale del nostro Paese che quest’anno ha compiuto 90 anni ed è stata la prima donna al mondo ad essere candidata come regista al premio Oscar regalando al mondo straordinarie opere d’arti cinematografiche”. Lo scrive su Facebook Luigi Gallo (M5S), presidente della commissione Cultura della Camera.

Nelle scorse ore il direttivo del Movimento ha chiesto ai deputati pentastellati Lucia Azzolina, Emanuela Del Re, Andrea Colletti, Andrea Vallascas, Sara Cunial, Luigi Gallo, Gianluca Rospi, Lorenzo Fioramonti, Alvise Maniero e Valentina Corneli, assenti domenica alla votazione sulla manovra, di fornire una “esaustiva delucidazione in merito”.

Il M5S e questa maggioranza, spiega Gallo, “ha un profondo rispetto per le grandi donne e i grandi uomini della cultura che hanno dato lustro artistico al nostro Paese nel mondo e vuole garantire tutta la vicinanza istituzionale. Evidentemente non c’è stato un adeguato scambio di informazione tra i membri del direttivo che hanno fatto una nota stampa includendomi tra i deputati ingiustificati sul voto sulla manovra a cui ho dato uno straordinario contributo in questi mesi sui temi che riguardano l’università, la scuola, la ricerca e la cultura”, conclude Gallo.

Leggi anche:

Manovra, Gallo (M5S): un primo tassello, un segnale di inversione di tendenza

Manovra, via libera definitivo dalla Camera: ecco le misure per la cultura nel 2019

 

Articoli correlati