“Da domani, 19 gennaio, Matera sarà ufficialmente Capitale Europea della Cultura 2019. Una scelta che ha dato già una prima spinta al turismo, anche in chiave digitale, grazie alla sperimentazione del 5G. Si è parlato di recupero architettonico, di riscatto di un territorio definito in passato ‘vergogna nazionale’. A me piace pensare a Matera come metafora di una Italia capace di reinventarsi e guardare avanti senza lasciare nessuno indietro. Questo non è un punto di arrivo ma l’inizio di una grande sfida: costruire una politica del turismo forte come i sassi di questa città. Il “modello Matera” deve essere il “modello Italia”, replicabile in tutte le città italiane che, attraverso il dialogo tra le Istituzioni, investimenti mirati e infrastrutture, sappiano mettere in pratica un piano di marketing territoriale all’altezza delle aspettative dei turisti di tutto il mondo. Siamo a lavoro per questo.” Lo scrive il ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, sen. Gian Marco Centinaio, sul suo profilo Facebook.

Leggi anche:

Matera 2019, la scommessa della cocreazione con le imprese culturali del territorio

Matera 2019, 48 mln per 40 settimane di programmazione: ecco i numeri della Capitale della Cultura

 

Articoli correlati