Il Comune di Bologna ha pubblicato un bando di gara a procedura aperta per l’affidamento del servizio di realizzazione e gestione della mostra “Viaggio in Etruria” presso il Museo civico archeologico dell’Istituzione Bologna Musei. Il valore complessivo della concessione è di 1.788.000 euro. La concessione decorre dalla comunicazione di avvio delle attività al concessionario e si conclude con il completo disallestimento della mostra da effettuarsi entro e non oltre il 24/06/2020, salvo proroghe concordate fra le parti. Le offerte andranno consegnate entro il 27 febbraio 2019.

IL MUSEO

Il Museo Civico Archeologico, parte dell’Istituzione Bologna Musei del Comune di Bologna, conserva ricchissime raccolte di materiali che documentano la storia della città dalla preistoria all’età romana, mentre rilevanti nuclei collezionistici sono esposti nelle sezioni etrusco-italica, greca, romana e egizia. Il Museo è dotato di importanti spazi per esposizioni temporanee, dove – oltre ad ospitare eventi espositivi promossi da vari enti pubblici e privati – cura direttamente mostre archeologiche, con particolare attenzione a temi e ambiti cronologici e culturali collegati alle proprie collezioni permanenti.

LA MOSTRA

Per il periodo 7 dicembre 2019 – 24 maggio 2020, il Museo Civico Archeologico intende organizzare la mostra “Viaggio in Etruria”, dedicata alla civiltà etrusca. Il tema degli Etruschi, profondamente legato alle radici storiche della città di Bologna e strettamente correlato alle sue collezioni permanenti, permette di coniugare gli interessi scientifici e il gradimento del pubblico.

Scopo dell’esposizione è infatti fornire un quadro complessivo del mondo etrusco, utilizzando come tema conduttore la metafora del viaggio, strumento attraverso cui il visitatore potrà conoscere ed apprezzare la realtà sfaccettata dei diversi territori dell’Etruria e acquisire contestualmente le conoscenze fondamentali sul popolo etrusco e sulla sua storia, anche attraverso l’interazione fra uomo e paesaggio.

In questa chiave innovativa si intende offrire inoltre un quadro aggiornato delle conoscenze scientifiche, presentando, nel corso del “Viaggio in Etruria”, anche le più recenti novità di scavo e di ricerca. Proprio per questo il catalogo dell’esposizione, che raccoglierà i contributi dei maggiori specialisti del settore e le schede delle opere esposte, diventerà un importante punto di riferimento per la comunità scientifica e al tempo stesso uno strumento di divulgazione e valorizzazione dei principali aspetti della civiltà etrusca.

Approfondimenti:

Leggi la documentazione di gara

 

Articoli correlati