Prorogati i termini di inoltro delle domande per partecipare al bando “Lazio Cinema International”, a favore delle produzioni cinematografiche e a sostegno delle PMI che operano nel settore. Il bando è finanziato con i fondi POR FESR Lazio 2014-2020 per una dotazione 10 milioni di euro.

L’intervento sostiene gli investimenti in coproduzioni audiovisive che prevedano la compartecipazione dell’industria del Lazio con quella estera, una distribuzione di carattere internazionale dei prodotti e la realizzazione di opere che consentano una maggiore visibilità internazionale delle destinazioni turistiche del Lazio.

Le domande di contributo possono essere presentate esclusivamente per via telematica attraverso la compilazione del formulario disponibile on line sulla piattaforma GeCoWEB.

A CHI SI RIVOLGE

Il bando è aperto alle Pmi già iscritte al registro delle imprese, ovvero a un registro equivalente in uno Stato membro dell’Unione europea, che sono produttori indipendenti e operano prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi”. Il beneficiario può essere una sola impresa oppure un’aggregazione di imprese per una stessa coproduzione.

I beneficiari devono avere residenza fiscale in Italia e una sede operativa nel Lazio. Gli stessi devono dimostrare un’adeguata capacità amministrativa, finanziaria e operativa.

LE TEMPISTICHE

Si prevedono, come detto, due finestre temporali di presentazione delle domande. Per la prima finestra, lo sportello telematico per la compilazione del Formulario GeCoWEB sarà aperto fino al 2 marzo 2019. La richiesta si intenderà formalmente presentata, però, solo con il successivo invio del dossier di richiesta a mezzo PEC. Questo dovrà avvenire a partire dal 14 febbraio 2019 e entro 90 giorni dalla data della richiesta.

Per quanto riguarda la seconda finestra, lo sportello telematico sarà aperto a partire dal 30 maggio 2019 e fino al 31 luglio 2019. La richiesta si intenderà formalmente presentata solo con l’invio del dossier di richiesta a mezzo PEC, da effettuare a partire dal 4 luglio 2019 ed entro 90 giorni dalla data della richiesta.

LA DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione dell’intervento è di 10 milioni di euro, di cui 5 milioni per la prima finestra di apertura dei termini e 5 milioni per la seconda finestra. La dotazione sarà attribuita alle domande ammissibili seguendo il loro ordine di presentazione.

Il 50% delle risorse sarà riservato alle coproduzioni ritenute di “interesse regionale” o di “particolare interesse regionale”. La sovvenzione è un contributo a fondo perduto commisurato alle spese ammissibili sostenute dai beneficiari relative alla quota italiana dei costi della Coproduzione.

Approfondimenti:

Bando e modulistica

 

Articoli correlati