Fratelli d’Italia chiede la “destituzione immediata” del sovrintendente dell’Opera di Roma, Carlo Fuortes, e preannuncia la presentazione di un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale. “In questi anni Fuortes – spiega il deputato Federico Mollicone ad AgCult – invece di risanare uno dei teatri più importanti del mondo, ha aumentato i debiti. Quindi, come succede in qualsiasi condominio, quando un amministratore non è in grado di abbattere e risanare il debito, deve essere cambiato. Noi lo chiediamo da tempo, Fdi continuerà questa battaglia per la trasparenza e la correttezza della gestione”.

In precedenza il sottosegretario ai Beni culturali, Gianluca Vacca, era intervenuto in commissione Cultura della Camera per rispondere a un’interrogazione di Mollicone sullo stato debitorio della fondazione Teatro dell’Opera di Roma. Nel suo intervento, Vacca ha evidenziato che la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma, “pur rimanendo in una situazione di elevato indebitamento, ha intrapreso, negli anni oggetto di Piano, azioni volte ad un efficientamento nella gestione, come indicato anche dall’EBITDA (un indicatore della profittabilità) che dal 2014, attestandosi su valori di circa 2,6 milioni, è arrivato a circa 5,9 milioni nel 2017, conseguendo anche una tendenziale riduzione dell’indebitamento”.

A tal proposito “la competente Direzione generale dello spettacolo segnala che le stime riportate nell’Integrazione di Piano oggetto di approvazione, per il 2018, prevedono un totale debiti pari ad euro 50.790.779”.

Nella sua replica, Vacca ha quindi ricordato che, anche al fine di far fronte alla elevata esposizione debitoria delle fondazioni liriche, “l’articolo 1, comma 607, della legge n. 145/2018, che all’epoca della presentazione dell’atto parlamentare di Mollicone non aveva ancora completato il suo iter di approvazione, ha autorizzato la spesa di euro 12,5 milioni per l’anno 2019 con la finalità di sostenere le azioni e i progetti proposti dalle fondazioni avuto riguardo esclusivamente alla riduzione del debito esistente”.

 

Articoli correlati