Il Mibac intervenga per salvaguardare l’esistenza del Circolo nazionale di Caserta. Lo chiede la deputata Marianna Iorio (M5S) in un’interrogazione al ministro per i Beni culturali, Alberto Bonisoli. Il Circolo ha sede nel fabbricato “Padiglione Trieste”, dichiarato nel 2017 di interesse storico-architettonico e messo in vendita nel novembre 2018 dalla direzione regionale Campania dell’Agenzia del demanio. “Il Comune di Caserta, come riportato nella delibera di giunta comunale n. 2 del 2019 -scrive Iorio -, non ha attivato il diritto di prelazione a causa dello stato di dissesto economico finanziario dell’ente”.

Il Circolo nazionale di Caserta, fondato nel 1836, “si connota, oggi come ieri, quale imprescindibile punto di riferimento per un dibattito culturale aperto – sottolinea Iorio -, all’insegna del dialogo, dell’ascolto civile, della partecipazione intorno ai grandi temi della società contemporanea. Con la sua multiforme attività, dai numerosi incontri sui temi di interesse scientifico, economico storico, letterario, artistico, teatrale e sociale, alle diverse attività ricreative, oltre che una biblioteca che vanta oltre 2000 volumi, il Circolo, negli storici locali oggetto di vendita, raccoglie attorno a sé la cittadinanza casertana e si pone come l’autentico laboratorio culturale del centro cittadino”.

Iorio chiede quindi al titolare del Mibac “se ritenga di adottare iniziative, per il tramite della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento, per verificare se ci siano le condizioni per apporre un vincolo di interesse storico-culturale” al Circolo nazionale di Caserta “e consequenzialmente garantirne la continuità”.

 

Articoli correlati