Dopo l’anteprima di alcune sequenze del video sulla ‘Festa dei Ceri’ dal titolo ‘PRODIGIO IN SLOW MOTION – Visibile e invisibile della Corsa dei Ceri a Gubbio’, proiettate con grande partecipazione il 13 gennaio alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma (leggi), il Comune di Gubbio e l’Istituto centrale per la Demoetnoantropologia – in collaborazione con Rete delle Grandi Macchine a Spalla Italiane e UNESCO – Intangible Cultural Heritage of Humanity – organizza per mercoledì 6 febbraio al Cinema Astra una proiezione speciale rivolta alla cittadinanza, dell’intero filmato della durata di circa 20 minuti, con tre orari: alle 20,30, alle 21,15 e alle 22.

Il regista-compositore della pellicola, Francesco De Melis, spiega: “A differenza della fulminea velocità che contraddistingue il 15 maggio, il filmato, girato lo scorso anno sotto una pioggia battente con tecniche e strumenti innovativi, privilegia la lentezza per ‘vedere’ a fondo nel convulso e imponente movimento di popolo, e il ‘ralenti’ per penetrare i meccanismi dell’azione, fino a svelare la primaria tessitura antropologica”.

“Lo sforzo sovraumano, i gesti collettivi, la micro-mimica individuale, messi in evidenza da una camera RED in grado di filmare piani sequenza a 180 fotogrammi al secondo, conducono dentro un mondo parallelo a quello dell’azione in tempo reale, un mondo sospeso e ieratico, invisibile a occhio nudo, che ci rivela l’altra dimensione di questo complesso rito collettivo. Il flusso delle immagini, ad altissima risoluzione, ‘danza’ sul contrappunto di elementi sonori della festa: una musica che deriva dal missaggio dell’ampio ventaglio timbrico dei suoni rituali”.

La produzione è a cura dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia che, in collaborazione con la ‘Rete delle Grandi Macchine a Spalla Italiane’, patrimonio immateriale dell’Umanità dal 2013, aveva già prodotto “ Un patrimonio sulle spalle”, presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia nello scorso settembre e, il 13 gennaio, a Roma presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea.

Il lavoro cinematografico, che verrà preceduto dl film sulla Rete delle Grandi macchine a Spalla Italiane “Un patrimonio sulle spalle”, rientra nel piano di valorizzazione nazionale e internazionale che la comunità eugubina mette in atto come azione collaterale al progetto di estensione di candidatura della Rete delle Macchine ai Ceri di Gubbio.

 

Articoli correlati