È il gruppo La Rua, band che si è esibita nel corso di Sanremo Giovani, a ricevere il Premio Assomusica, consegnato presso la sala stampa del Teatro Ariston l’8 febbraio 2019.

“Il Premio viene assegnato al gruppo La Rua, esibitosi nel corso di Sanremo Giovani, visto che quest’anno non è stata prevista la presenza delle Nuove Proposte nel corso del festival musicale”, spiega ad AgCult Vincenzo Spera, presidente di Assomusica. “La scelta è avvenuta in base a una votazione fatta tra gli Associati di Assomusica guardando alla capacità espressiva, alla presenza scenica e a quella che potrà essere la capacità di stare sul palco e di esprimersi nel live e fare tournée e concerti”.

“Il premio – continua Spera – ha il senso di individuare chi può avere un futuro dal vivo oltre che nel vivo. Spesso ha funzionato e ci auguriamo che continui a funzionare”. Citando gli artisti premiati nel corso degli anni passati, tra cui Nina Zilli, Raphael Gualazzi, Rocco Hunt, Arisa, Spera parla di “una svariata gamma di generi che hanno e continuano ad avere una carriera che va avanti. L’auspicio – conclude sulla consegna del Premio – è che anche La Rua possa avere un futuro che non sia solo quello di Sanremo”.

IL PREMIO ALLA CARRIERA A PIPPO BAUDO

“Tutti premi” di Assomusica, ha poi detto Spera, “stanno diventando dei must, sembrano graditi”. Si riferisce, in particolare, al riconoscimento conferito a Pippo Baudo lo scorso 6 febbraio. Pippo Baudo è stato scelto per la sua rilevante attività di talent scout e per aver contribuito alla scoperta e alla valorizzazione di tante stelle del panorama musicale italiano.

Stesso gradimento lo ha avuto la consegna del Premio alla carriera degli anni passati, “è successo con Zucchero e con altri”, dichiara il Presidente di Assomusica.

IL VALORE DEI PREMI ASSOMUSICA

I Premi sono “un modo di affermare la presenza dell’associazione e l’attenzione dell’associazione” al mondo della musica. Un’attenzione che non si ferma a livello nazionale ma che prosegue anche “a livello europeo per la circolazione dei giovani talenti e l’internazionalizzazione della musica popolare contemporanea”.

Spera anticipa ad AgCult che “il 15 marzo faremo un convegno a Confcommercio a Roma, a cui Assomusica è da poco affiliata (leggi), dedicato alla nuova programmazione europea 2021-2027. Ci saranno personalità come Antonio Tajani e Silvia Costa e si farà il punto sullo stato dell’arte, si darà un messaggio di non far perdere per strada quello che stiamo facendo”.

ASSOMUSICA

Assomusica è l’associazione degli organizzatori e dei produttori di spettacoli di musica dal vivo. Conta oltre 120 imprese associate su tutto il territorio nazionale che coprono circa l’80% dei concerti dal vivo in Italia.

L’associazione promuove gli interessi e la definizione del profilo professionale degli agenti, dei produttori e degli organizzatori di spettacoli musicali. Fornisce consulenza ed assistenza in materia economica, sindacale, fiscale, giuridica, legislativa per la progettazione e l’organizzazione artistica, logistica e tecnica di manifestazioni e spettacoli. Organizza manifestazioni e spettacoli, conferenze, convegni e promozione di iniziative editoriali utili per sostenere le finalità associative e migliorare la qualità di fruizione degli spettacoli

Assomusica ha promosso e promuove corsi di formazione; è presente nelle principali Commissioni di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo; esprime un proprio rappresentante in seno al Comitato per i problemi dello spettacolo, presso il Ministero per i Beni culturali.

Leggi anche:

Spettacolo, Assomusica entra in Confcommercio

 

Articoli correlati