Online la graduatoria dei progetti che hanno partecipato al bando “Lettura per tutti” 2018, promosso dal Centro per il libro e la lettura (Cepell). I vincitori del bando sono due progetti di promozione della lettura nelle biblioteche dedicate a persone con difficoltà di lettura. I progetti sono promossi dalla Biblioteca italiana per i ciechi “Regina Margherita” di Monza e dalla Biblioteca italiana per ipovedenti di Treviso.

Il progetto “BICA – Biblioteche per la Cultura dell’Accessibilità” della Biblioteca italiana per i ciechi “Regina Margherita” di Monza ottiene un finanziamento di 76.160,02 euro. Si tratta di un importo inferiore rispetto a quello previsto dal bando di 77.500 euro per ciascun progetto. “Leggere Facile, Leggere Tutti”, progetto della Biblioteca italiana per ipovedenti di Treviso, ottiene invece 77.500 euro.

LA GRADUATORIA

La graduatoria, pubblicata sul sito del Cepell e della Direzione generale Biblioteche e Istituti culturali del Ministero per i Beni culturali, fa riferimento ai 12 progetti che hanno partecipato alla selezione. L’elenco riporta i soggetti responsabili del progetto e il punteggio da essi ottenuto.

Tra questi, quattro progetti non hanno ottenuto il punteggio di 60, punteggio minimo richiesto per entrare in graduatoria, mentre due progetti sono stati ritenuti non ammissibili o non valutabili.

LE FINALITÀ DEI FINANZIAMENTI

Partendo dal tema dell’accessibilità alla cultura, si è tenuto conto dell’obiettivo di una biblioteca: quello di sostenere e promuovere l’accesso alla cultura e all’informazione da parte di tutti i cittadini, senza alcuna distinzione. Focus speciale ha l’eliminazione dei limiti e degli ostacoli alla fruibilità e all’accessibilità al patrimonio culturale.

Il bando si propone quindi di estendere l’invito alla lettura alle persone con deficit visivo, “una fascia d’utenza particolarmente debole perché ad alto rischio di emarginazione nell’ambito della circolazione delle informazioni e dell’accesso alla cultura”. Per fare ciò, fine ultimo è reperire, realizzare e organizzare prodotti librari di varia natura accessibili e fruibili per le categorie indicate. Tra gli obiettivi descritti dal bando anche il soddisfacimento delle esigenze di studio, informazione, conoscenza e svago di queste stesse persone e la realizzazione di testi in formato alternativo quali libri “parlati”, audiolibri, libri tattili o in braille. Nelle biblioteche si allestiranno spazi dedicati e postazioni attrezzate oltre che recuperare, attraverso la digitalizzazione, il patrimonio librario stampato in braille.

Le attività progettuali dovranno concludersi entro 18 mesi dalla data di avvio dei lavori. Le risorse a cui il bando fa riferimento derivano dal Fondo per la promozione del libro e della lettura, gestito dal Centro per il libro e la lettura. L’avviso è stato pubblicato sul sito della Direzione Generale Biblioteche e Istituti culturali del Mibac e del Cepell.

Approfondimenti:

Link alla graduatoria

Leggi anche:

“Lettura per tutti 2018”, il bando per promuoverla tra le persone con difficoltà di lettura

 

Articoli correlati