Tre laboratori di progettazione partecipata, con tutti gli attori toscani delle politiche culturali, pubblici e privati: per discutere e disegnare le strategie di valorizzazione dei patrimoni culturali, artistici e paesaggistici, in connessione con la governance dei territori. È l’obiettivo dei laboratori di progettazione Ecosistemi Culturali promossi da Regione Toscana e Anci Toscana in collaborazione con Federculture e Fondazione Sistema Toscana. L’iniziativa punta anche a innovare l’offerta di cultura in ambito vasto e individuare formule gestionali sostenibili nonché apprendere nuovi strumenti di progettazione e gestione integrata verso uno sviluppo locale a base culturale.

Dalla teoria alla pratica: ogni giornata prenderà spunto dai principali temi al centro del dibattito, dalle più importanti opportunità e dai più rilevanti problemi, per sviluppare dei laboratori di progettazione integrata dedicata ai territori.

FEDERCULTURE

“Con questa iniziativa, promossa da Regione Toscana in collaborazione con Anci Toscana, prosegue l’attività di disseminazione della cultura della progettazione integrata di area vasta su cui da tempo è impegnata Federculture, nella convinzione che questo metodo possa portare significativi benefici per lo sviluppo dei territori – ha spiegato ad AgCult Claudio Bocci, direttore di Federculture -. L’obiettivo fondamentale, con l’attiva partecipazione delle comunità locali, è quello di individuare le risorse identitarie dei territori e affrontare il tema della loro gestione integrata che, nell’esperienza da noi osservata, costituisce la premessa della crescita di innovative e sostenibili imprese culturali”.

I SESSIONE: INQUADRAMENTO

Inquadramento delle politiche regionali e i concetti basilari sulla progettazione integrata.

II SESSIONE: DALLA TEORIA ALLA PRATICA

Confronto laboratoriale con i partecipanti divisi in gruppi per affrontare i nodi critici della progettazione integrata e partecipata stimolando i partecipanti a fornire e condividere contributi, suggestioni, spunti e idee.

IL CALENDARIO

Il primo incontro è previsto il 15 febbraio a Pistoia. Il secondo il 19 febbraio ad Arezzo dalle 9,30 alle 13 e il terzo, con gli stessi orari, a Livorno il 20 febbraio.

 

Articoli correlati