Sono 12 i membri nominati dal Ministro per i Beni culturali nel Consiglio di Reggenza dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria di Roma. Si tratta dei membri temporanei che si affiancano, come stabilito dallo Statuto dell’Accademia, ai membri permanenti della stessa.

In particolare, lo Statuto dell’Istituto stabilisce che il Consiglio di reggenza sia composto da 23 membri di cui 11 permanenti e 12 temporanei. I 12 membri temporanei devono essere suddivisi nelle due classi dell’Accademia: la classe di Scienze storico-sanitarie e la classe di Scienze storico-biologiche. Dei 12 membri così nominati, 8 sono assegnati alla prima classe e 4 alla seconda. I membri vengono nominati ogni tre anni

I MEMBRI TEMPORANEI

Gli otto membri nominati nella classe di Scienze storico-sanitarie sono Giovanni Iacovelli, Pier Paolo Visentin, Giuseppe Marceca, Costantino Miravalle, Gianfranco Magnelli, Andrea Castiglione Humani, Giacomo Mangiarancina e Marco Sani.

I quattro membri nominati nella classe di Scienze storico-biologiche sono Mariapia Garavaglia, Claudia Fontana, Giuseppe Salvatore e Francesca Morichetti.

L’ACCADEMIA DI STORIA DELL’ARTE SANITARIA

L’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria ha sede a Roma e fu fondata il 22 Aprile 1920. Nel 1922 divenne poi Ente Morale con Regio Decreto n. 1746 del 14 Maggio 1922. Sono enti fondatori dell’Istituto il Ministero della Sanità, l’Ispettorato Sanità dell’Esercito e l’Ispettorato della Sanità della Marina del Ministero della Difesa, il Mibac, il Ministero della Pubblica Istruzione e il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica. Oltre agli enti istituzionali, troviamo tra i fondatori l’Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro, l’Ordine di Malta, la Croce Rossa Italiana, il Pio Istituto di S. Spirito (sostituito dall’ASL RM E) e il Comune di Roma.

L’Accademia è sotto la tutela e la vigilanza del Mibac e, in particolare, rientra tra gli Istituti culturali di cui si occupa la Direzione generale Biblioteche e Istituti culturali.

Appartiene all’Accademia il Museo Storico Nazionale dell’Arte Sanitaria con la biblioteca, l’archivio e la seicentesca Sala Alessandrina, aula magna dell’Ente. Il Museo si sviluppa su una superficie di 850 metri quadri ed è sede ufficiale dell’Ente. È composto da nove sale in cui sono esposte attrezzature e strumentazioni, cimeli della storia dell’Arte Sanitaria. Il patrimonio del Museo è completato da una biblioteca contenuta in mobili del XVI secolo, in cui sono conservati oltre 10.000 volumi tra libri, opuscoli, riviste e stampe su questo argomento.

Approfondimenti

Decreto di nomina dei membri dell’Accademia

Scheda dell’Accademia – Dg Biblioteche e Istituti culturali

 

Articoli correlati