Sandro Pappalardo, assessore del turismo della Regione Siciliana, sostituirà Giovanni Lolli nella composizione del Consiglio di Amministrazione di ENIT – Agenzia nazionale del turismo. La Conferenza Stato-Regioni ha desiganto Pappalardo nel corso della riunione dello scorso 21 febbraio in rappresentanza delle Regioni e delle Province Autonome.

La nomina segue le dimissioni di Lolli che era stato scelto quale rappresentante delle Regioni e delle Province autonome nella riunione dello scorso 22 novembre (leggi).

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ENIT

Era stato il Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo a richiedere la designazione del componente regionale del cda di ENIT. Nello statuto dell’Ente, si prevede infatti la partecipazione, tra gli altri, di un rappresentante delle Regioni e delle Province Autonome nel cda.

La norma fa riferimento allo Statuto approvato con decreto del Ministero per i Beni culturali il 21 maggio 2015. In considerazione del riordino delle funzioni di Governo e del trasferimento delle funzioni in materia di turismo al Ministero delle Politiche agricole con decreto legge, si era stabilito che, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione di tale decreto, si sarebbe emanato un nuovo Statuto dell’Ente. Al momento, lo Statuto vigente è quello del 2015 che riporta, tra i componenti del cda, di due membri nominati dal Ministro dei Beni culturali e del Turismo.

Approfondimenti:

Sostituzione del rappresentante regionale in seno al cda Enit

Leggi anche:

Turismo, Cdm nomina Palmucci nuovo presidente dell’Enit

Conferenza Stato-Regioni, designazione del componente regionale del cda ENIT

Turismo, ecco il decreto che lo trasferisce alle Politiche agricole. E il Mibac guadagna un Dg

 

Articoli correlati