La commissione giuridica del Parlamento europeo ha approvato la riforma delle norme Ue sul diritto d’autore. Il progetto di legge è stato approvato con 16 voti favorevoli, 9 voti contrari e nessuna astensione. Relatore del provvedimento è stato Axel Voss.

COSTA: MOLTO SODDISFATTA

“Sono molto soddisfatta del grande risultato ottenuto oggi sul #copyright in commissione JURI del Parlamento europeo: con 16 voti a favore, il testo frutto di un lungo e difficile negoziato con il Consiglio è stato approvato ed andrà adesso all’esame della plenaria”, ha commentato su Twitter l’europarlamentare dem, Silvia Costa.

L’ACCORDO

L’accordo raggiunto mira a garantire che i diritti e gli obblighi del diritto d’autore si applichino anche a Internet. I legislatori si sono inoltre adoperati per garantire che Internet rimanga uno spazio di libertà di espressione. I frammenti degli articoli di stampa possono quindi continuare ad essere condivisi.

Le misure concordate aumentano le possibilità dei titolari dei diritti, in particolare musicisti, artisti, interpreti e sceneggiatori, nonché editori di notizie, di negoziare migliori accordi di remunerazione per l’uso delle loro opere presenti sulle piattaforme Internet.

Il testo specifica inoltre che queste regole non si applicheranno al caricamento di opere su enciclopedie online in modo non commerciale, come Wikipedia, o su piattaforme software open source, come GitHub. Infine, le piattaforme di start-up saranno soggette a obblighi più leggeri rispetto a quelle più consolidate.

PASSI SUCCESSIVI

La votazione finale in Parlamento europeo si svolgerà nel corso della seconda sessione plenaria del 25-28 marzo.

Leggi anche:

Copyright: Aie, Aib e Ali scrivono a europarlamentari italiani: “Votate sì alla direttiva”

Copyright, Costa: voto in commissione giuridica del PE, impegnati affinché passi direttiva

Copyright, raggiunto accordo sulle regole del diritto d’autore digitale

 

Articoli correlati