La proposta dell’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este – VILLAE per la Settimana dei Musei 2019 (5 – 10 marzo) ad ingresso gratuito si articola su tutti i siti fruibili. Saranno sei giornate di cultura e bellezza, per godere pienamente del patrimonio e riflettere sull’identità storica collettiva.

La Settimana dei Musei è espressione del un nuovo piano di gratuità e riduzioni promosso dal Ministero per i Beni culturali. Anche per l’Istituto quindi ingresso gratuito tutte le prime domeniche del mese da ottobre a marzo e nella Settimana dei Musei. Per le otto giornate a ingresso libero, le VILLAE promuovono la gratuità tutti i primi lunedì del mese da maggio a dicembre. Infine, biglietto a due euro per giovani dai 18 ai 25 anni.

BRUCIATI: AVVICINARE ULTERIORMENTE IL PUBBLICO

“La Settimana dei Musei – dichiara il Direttore delle VILLAE, Andrea Bruciati – è un’occasione importante per avvicinare ulteriormente il pubblico ai nostri siti, non solo attraverso la gratuità, ma soprattutto attraverso un foltissimo programma di eventi, costruito con lo sforzo unanime del personale e di tutti coloro che lavorano alla promozione del patrimonio dell’Istituto. Al calendario nazionale del MiBAC sono state inoltre aggregate due ulteriori proposte per i lunedì 4 e 11 marzo ad espressione della vitalità delle VILLAE, animate da un’intensa attività culturale”.

La Settimana dei Musei apre di fatto la stagione primaverile dell’Istituto, che prevede una folta e attesissima serie di eventi con conversazioni a tema archeologico, apertura di nuovi percorsi ed esposizioni temporanee.

IL PROGRAMMA

Lunedì 4 marzo si inizia con la conferenza “Ritratto di signora. Vibia Sabina: un’imperatrice a Villa Adriana”, a cura di Benedetta Adembri, a Villa d’Este. Si prosegue martedì 5 marzo con la presentazione del volume “Il mito di Niobe. E dimmi che non vuoi morire”, a cura di Giuseppe Pucci. Nel corso della presentazione intervengono i curatori Andrea Bruciati e Micaela Angle

Mercoledì 6 marzo si visiteranno i laboratori di restauro nell’incontro a Villa Adriana “A porte aperte”. Giovedì 7 marzo è programmata una visita al complesso statuario dei Niobidi di Ciampino, recentemente rientrati dalle Scuderie del Quirinale, a cura di Micaela Angle e Lucilla D’Alessandro. La visita è accessibile anche a persone con disabilità visiva.

Venerdì 8 marzo si terranno invece la visite “Non fare ad occhio!”, una visita alla Mensa Ponderaria a tema a cura di Sergio Del Ferro, e l’evento “Perché le donne (non) sono grandi chef”, letture e ricette (antiche) a cura di Micaela Angle, con la collaborazione di Marilena Buccella presso il Santuario di Ercole Vincitore.

Per la giornata del 9 marzo, Coopculture curerà le visite guidate “L’imperatore Adriano e la sua residenza” e “Artisti in villa” a Villa Adriana e “Ercole e Tivoli: una storia millenaria” al Santuario di Ercole Vincitore. Il 10 marzo si ripeteranno le visite previste per la giornata del 9. Infine, l’11 marzo si terrà a Villa D’Este la conferenza “Il sasso in bocca. Sepolture anomale tra antichità e Medioevo”, a cura di Francesca Ceci.

 

Articoli correlati